Politica

Fabio Fazio una vittima? Per favore, no...

La chiusura anticipata di "Che tempo che fa" sta scatenando polemiche con gente che si appella alla libertà di stampa contro l'ingerenza della politica

Fabio Fazio in occasione della presentazione dei palinsesti Rai, 27 giugno 2018.

La notizia è che la Rai, nella persona del direttore di Rai 1, ha deciso di chiudere in anticipo "Che Tempo che Fa", la trasmissione di Fabio Fazio cancellando dal palinsesto le ultime tre puntate previste del lunedi. Una notizia che ha scatenato un mare di polemiche.

L'accusa, senza girarci troppo intorno, è molto semplice: è stato Salvini che essendo al Governo comanda in Viale Mazzini e che da sempre contesta lo stipendio milionario del conduttore "nemico politico" a chiedere la "testa" di Fazio. Un'ingerenza della politica nella Rai, un attacco alla libertà di stampa. Zingaretti, ad esempio, parla di "censura contro la libertà di espressione"

In Italia c'è libertà di opinione, ed ognuno quindi ha diritto di credere e sostenere quello che vuole. Però c'è un limite. Ed il limite in questo caso è cercare di far passare per vittima il "povero" Fazio. Non ce lo meritiamo, è davvero troppo.

Perché è davvero impossibile far passare per vittima uno dei conduttori che da anni in Rai fa più o meno quello che vuole, alternando successi e sconfitte (con l'Auditel). Uno che, se entriamo nel dettaglio del programma oggetto della presunta censura, ha usato Che Tempo Che Fa a suo totale e personale piacimento, gestendo gli ospiti, soprattutto quelli politici, in maniera sfacciatamente "faziosa". Sempre dalla stessa parte, sempre le stesse facce, sempre contro il cattivo di turno (fu Berlusconi, oggi Salvini).

E secondo voi non ci sono state ingerenze politiche nella sua super carriera a Viale Mazzini? Non ci sono state ingerenze politiche dietro i suoi successi? Tutto quello che ha ottenuto: spazi, programmi, orari di punta, per finire in prima serata sulla rete ammiraglia, con un contratto milionario che hanno in pochi, ma proprio in pochi, è tutto e solo frutto della sua professionalità e delle sue capacità, senza alcun sostegno? Le ingerenze ci sono state solo contro e mai a favore?

Siamo sicuri che Fazio avrà modo di tornare in tv con il suo solito "carrozzone". Ed è anche giusto che possa farlo. Ma, per favore, martire, vittima questo no. Questo è davvero troppo pesante da sopportare. Più di alcune sue prime serate


© Riproduzione Riservata

Commenti