Espulsioni: cosa prevede il regolamento dei grillini

Tra le varie cause per l'espulsione c'è la "violazione degli obblighi assunti con la sottoscrizione del codice di comportamento del M5s in Parlamento"

grillo_mafia

Beppe Grillo – Credits: Getty Images

"I parlamentari del M5s riuniti, senza distinzione tra Camera e Senato, potranno per palesi violazioni del Codice di Comportamento, proporre l'espulsione di un parlamentare M5s a maggioranza. L'espulsione dovrà essere ratificata da una votazione on line sul portale del M5s tra tutti gli iscritti, anch'essa a maggioranza". È quanto prevede il Codice di Comportamento degli eletti M5s in Parlamento che alla voce "Trasparenza" prevede anche la "Rendicontazione delle spese mensili per l'attività parlamentare (viaggi, vitto, alloggi, ecc) sul sito del M5s". Le regole sulle espulsioni sono disciplinate anche negli statuti dei Gruppi parlamentari di Camera e Senato.

Lo statuto della Camera, prevede che "il Presidente o il Vice Presidente vicario del Gruppo, su proposta di un quinto dei componenti del Gruppo Parlamentare, provvede, con votazione a maggioranza assoluta dell'Assemblea, intesa come Gruppo Parlamentare completo, sulla base della gravità dell'atto o del fatto, alla sospensione temporanea o all'espulsione dal Gruppo". Tra le varie cause che costituiscono l'espulsione c'è la "violazione degli obblighi assunti con la sottoscrizione del "codice di comportamento del M5s in Parlamento". In ogni caso, si precisa, l'espulsione dovrà essere ratificata da una votazione on line sul portale del Movimento 5 Stelle tra tutti gli iscritti, a maggioranza dei votanti.

Tra le varie voci, il Codice disciplina anche il trattamento economico degli eletti M5s: "L'indennità parlamentare percepita dovrà essere di 5 mila euro lordi mensili, il residuo dovrà essere restituito allo Stato insieme all'assegno di solidarietà (detto anche di fine mandato). I parlamentari avranno comunque diritto a ogni altra voce di rimborso tra cui diaria a titolo di rimborso delle spese a Roma, rimborso delle spese per l'esercizio del mandato, benefit per le spese di trasporto e di viaggio, somma forfettaria annua per spese telefoniche e trattamento pensionistico con sistema di calcolo contributivo".

© Riproduzione Riservata

Commenti