Esclusivo Panorama/Berlusconi: In parlamento una nuova battaglia sulla giustizia

"Contro di me pm e giudici di sinistra". Il leader del PdL, sul numero in edicola il 14 marzo, spiega perché il centrodestra porterà in parlamento la battaglia per riformare la giustizia e ripristinare lo Stato di diritto

La copertina di Panorama in edicola dal 14 marzo

«I ripetuti comportamenti processuali di una parte della magistratura, che è mossa da un pregiudizio politico, non sono più tollerabili. La magistratura si è trasformata da ordine dello Stato in un potere assoluto, onnipotente e irresponsabile. I magistrati si sono costituiti in correnti con chiaro orientamento ideologico e politico. Non si può più consentire che nei confronti di un protagonista politico di centrodestra possano scendere in campo pm appartenenti alla stessa corrente di sinistra e che poi anche il collegio giudicante sia composto da due o addirittura tre giudici appartenenti alla sinistra. Con me ci si è sempre comportati così e le conseguenze si continuano a vedere».

Così si esprime Silvio Berlusconi in una lunga intervista che il settimanale Panorama pubblicherà nel numero in edicola da domani, giovedì 14 marzo.

La «lotta in Parlamento» su questi temi, prosegue Berlusconi nell’intervsta, «sarà una battaglia combattuta per ottenere, naturalmente, le stesse garanzie per gli esponenti politici della sinistra. È una battaglia che non si può perdere, se non si vuole che l’Italia continui a essere un Paese in cui nessuno che si dedichi al servizio della politica possa vivere sereno. Questa sacrosanta battaglia, così indiscutibilmente giusta dopo ciò che è capitato a me in questi 20 anni, è una battaglia che vinceremo in nome della democrazia, in nome dello Stato di diritto, in nome della libertà».

© Riproduzione Riservata

Commenti