Elezioni in Puglia: Fitto alla prova senza Forza Italia

Data per certa la vittoria del candidato Pd Emiliano, battaglia nel centrodestra tra fittiani e berlusconiani

raffaele-fitto

Raffaele Fitto durante la conferenza stampa per annunciare la nascita dell'associazione "Conservatori e Riformisti", Roma, 19 maggio 2015. – Credits: ANSA / LUIGI MISTRULLI

Claudia Daconto

-

È quella per il secondo posto la partita più interessante che si giocherà in Puglia il prossimo 31 maggio. Data per certa la vittoria di Michele Emiliano, ex sindaco Pd di Bari che si appresta a raccogliere l'eredità di Nichi Vendola, è la sfida tutta interna al centrodestra, tra il candidato di Raffaele Fitto, Francesco Schittulli, e quella di Silvio Berlusconi, Adriana Poli Bortone, ad aver catalizzato l'attenzione. Se il risultato del primo non sarà soddisfacente, il leader dei Ricostruttori – che nel frattempo ha lasciato Forza Italia e dato vita ai “Conservatori e Riformatori” - dovrà infatti ridimensionare le sue ambizioni anche a livello nazionale. 

Xylella e schede contestate

Tra i temi della campagna elettorale, oltre alla disoccupazione e ai costi del gasdotto Trans-Adriatico, nelle ultime settimane è salito alla ribalta anche il terribile batterio xylella che sta decimando gli uliveti del Salento. Ha fatto poi molto discutere la candidatura di Carmela Cenicola, sorella di un killer della malavita foggiana. La donna, che si presentava con una lista promossa da Nichi Vendola, ha preferito ritirarsi. Una delle ultime polemiche ha invece riguardato le schede elettorali. La candidata di Fi e di Noi con Salvini Adriana Poli Bortone è ricorsa al Tar per chiederne la sospensiva. Motivo: il suo nome risulterebbe “affogato” tra quello degli altri. I giudici le hanno dato torto. Da segnalare, anche se non corre per le regionali, il fenomeno Gerardo Bevilacqua, candidato sindaco di Cerignola in provincia di Foggia, che da giorni spopola sul web grazie ai suoi comizi elettorali degni delle migliori performance di Cetto Laqualunque.

I candidati

56 anni, ex magistrato, due volte sindaco di Bari, Michele Emiliano, è uno dei ras del Pd pugliese, eletto segretario regionale nel 2014. Non è un renziano doc. Lui e il premier si stimano ma non si amano. Quando alle scorse europee fu scalzato da capolista della circoscrizione Sud per fare posto a Pina Piecierno, Emilano masticò amaro e rinunciò al seggio. Superate le incomprensioni con Sel causate dall'allargamento della coalizione di centrosinistra anche all'Udc, Emiliano ha vinto agevolmente le primarie dello scorso novembre.

Francesco Schittulli, 68 anni, chirurgo oncologo ed ex presidente della Provincia di Bari è il candidato dei “dissidenti” di Forza Italia guidati dall’eurodeputato Raffaele Fitto che a 10 giorni dalle elezioni ha detto addio a Berlusconi e al Ppe. Schittulli correrà appoggiato dalla lista civica “Oltre con Fitto” e dal Nuovo Centro Destra di Angelino Alfano che in Parlamento è al governo con Matteo Renzi da sempre contestato dallo stesso Fitto.

La candidata di Forza Italia è Adriana Poli Bortone. L'ex ministro dell'Agricoltura nel primo governo Berlusconi ha deciso di accettare la candidatura nonostante il suo partito, che l'ha espulsa, sostenga Francesco Schittulli. Con lei anche i leghisti meridionali di “Noi con Salvini”. Lo scorso 10 luglio è iniziato un processo nel quale è accusata di abuso di ufficio e peculato perché “consapevole” degli illeciti alla base dell’acquisto di alcuni palazzi da parte del Comune di Lecce di cui è stata sindaco.

Antonella Laricchia, 28 anni, studentessa di Architettura, è la grillina che, secondo i sondaggi, supererebbe la candidata di Forza Italia e Lega Poli Bortone piazzandosi al terzo posto alle spalle di Schittulli.

I sondaggi

Con il 42% previsto dai sondaggisti, Michele Emiliano viaggia dritto verso la vittoria. Nessuno dei suoi avversari ha qualche chance di sorpassarlo. Ecco perché appare più interessante la partita dentro il centrodestra locale visti i riflessi che potrà avere a livello nazionale. Al momento Francesco Schittulli è il principale candidato al secondo posto con il 22,5%. Adriana Poli Bortone è data infatti al 16 scavalcata anche dalla grillina Antonella Laricchia al 17,5%.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Elezioni Veneto: per Zaia vittoria (quasi) assicurata

Nonostante la rottura in casa Lega tra Zaia e Tosi, il Veneto è l'unica regione dove il centrodestra ha i numeri per vincere contro la "ladylike" del Pd Moretti

Elezioni in Campania: gli "impresentabili" e De Luca

Per battere Caldoro, Vincenzo De Luca ha imbarcato anche molti personaggi piuttosto discutibili. Ma gli elettori dem potrebbero fuggire verso il M5S

Elezioni Liguria: la sfida più aperta

La vittoria della renziana Paita è in bilico tra primarie contestate e divisioni politiche a sinistra: Giovanni Toti ci spera

Elezioni regionali 2015: le cose da sapere

Dove si vota, chi sono i candidati, cosa dicono i sondaggi

Commenti