Politica

Elezioni per il sindaco di Roma: Rita Dalla Chiesa rinuncia

"Ringrazio per la proposta, ma il mio mestiere è un altro": così la popolare conduttrice ha declinato la proposta del centrodestra

Rita Dalla Chiesa

Redazione

-

"Non voglio palare di rifiuto, piuttosto mi sfilo. Ringrazio della proposta ma il mio mestiere è un altro, la politica mi è sempre interessata come cittadina, ma non ci si butta a casaccio in un impegno più grande di noi con una città come Roma. E' un dovere verso i cittadini. Le mie priorità continuano a essere la mia famiglia e la mia professione". Cosi' la conduttrice tv Rita Dalla Chiesa interpellata dall'Ansa in merito alla proposta ricevuta dal centro destra a candidarsi a sindaco di Roma.

Nelle scorse ore, erano emersi anche altri nomi, tra i quali quello di Fabio Rampelli, ex colonnello di An ora capogruppo di Fdi alla Camera e designato come possibile candidato sindaco. Ma da lui nessun annuncio di discesa in campo.

Insistenti rumors avevano indicato anche Simonetta Matone, giudice e ospite "fedelissima" di Porta a Porta, e l'ex presidente della Camera Irene Pivetti.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

M5s: nome esterno per il candidato sindaco di Roma

Fonti del Movimento smentiscono la frase di Casaleggio che boccia i quattro consiglieri capitolini. Ma nessuno di loro è tra i favoriti per la corsa

Alfio Marchini sindaco di Roma: bello e impossibile (per i partiti)

L'imprenditore romano è l'unico candidato ufficiale al Campidoglio. Corteggiato a destra e sinistra, correrà da solo con il suo simbolo

Elezioni per il sindaco di Roma: i partiti nel caos

Il Pd è alle prese con il "fantasma" di Marino. Il centrodestra è frantumato. I 5Stelle senza un candidato stellare. Il rebus è tutto ancora da decifrare

Commenti