Politica

Elezioni amministrative 2017, com'è cambiata l'Italia dei Comuni

Il centrodestra conquista 16 dei 25 capoluoghi di provincia chiamati a rinnovare il sindaco, contro i 6 del centrosinistra. Genova non è più rossa

Marco Bucci

Redazione

-

Il ballottaggio per l'elezione dei sindaci in 111 Comuni dipinge di azzurro la cartina politica dell'Italia, a livello locale: con il voto di domenica 25 giugno la coalizione di centrodestra conquista molte città governate negli ultimi anni dal centrosinistra

Se Genova è l'esempio più clamorso, lo smacco per Pd e alleati riguarda anche città come La Spezia, Sesto San Giovanni, Pistoia e L'Aquila.

Ecco il dettaglio dei risultati.

Chi ha vinto nei Comuni capoluoghi di provincia

Nel 2012 il centrosinistra aveva avuto la meglio in 16 comuni capoluoghi di provincia. Guardando ai dati finali, tra primo turno e ballottaggio, ora riesce a vincere solo in 6 (Taranto, Padova, Lucca, Lecce, Cuneo, Palermo). A Belluno trionfa e si rinconferma Jacopo Massaro, un fuoriuscito del Pd. 

Risultati inversi per il centrodestra, con l'asse Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia che esulta, rivoluzionando il tradizionale trend negativo che aveva subito al secondo turno: piazza i suoi candidati in 16 città capoluogo (Genova, Verona, L'Aquila, Catanzaro, Asti, Alessandria, Como, Monza, Lodi, Gorizia, Piacenza, La Spezia, Pistoia, Rieti, Oristano, Frosinone), guadagnandone 10 rispetto ai 6 precedenti.

25 sono stati i Comuni capoluoghi chiamati al ballottaggio, in una tornata elettorale che registra un'alta disaffezione dell'elettorato (affluenza al 46%, 13 punti in meno rispetto al primo turno).

Oltre a Belluno, i 2 Comuni capoluogo che non vestono né casacca rossa né azzurra, sono Parma e Trapani.
Parma ha visto la conferma di Federico Pizzarotti, l'ex grillino estromesso dal Movimento 5 Stelle. Trapani vive la più triste vicenda di questo turno elettorale: il commissariamento. Essendosi ritirato Girolamo Fazio, per problemi giudiziari, il candidato di centrosinistra Pietro Savona ha corso in solitaria. Perché venisse eletto occorreva il raggiungimento del quorum. Avendo votato solo il 26,75% degli aventi diritto l'elezione non è valida. 

Genova, lo schiaffo più grande al Pd

Per la prima volta dal dopoguerra Genova avrà un primo cittadino di centrodestra. Genova non è più rossa. Al secondo turno vittoria storica per Marco Bucci con oltre il 55% dei voti rispetto al candidato del centrosinistra Gianni Crivello, che si è fermato a 44,8%.    

La coalizione azzurra ha raccolto tutte le forze, da Forza Italia alla Lega a Fratelli d'Italia, includendo anche i fittiani e la versione ligure di Alleanza popolare. Un risultato che può essere un modello da esportare a livello nazionale, in vista delle elezioni politiche, e che riempie di soddisfazione soprattutto il presidente della Regione Giovanni Toti, iniziatore di quel modello che porta di suo nome, di una coalizione unita e compatta.

Le roccaforti rosse perse

In Liguria il centrodestra gioisce per un'altra netta vittoria, a La Spezia, altra roccaforte rossa, dove il candidato di centrodestra Pierluigi Peracchini si è imposto col 60% dei voti contro il 40% di paolo Manfredini.    

Cade anche Pistoia, dove il centrodestra non aveva mai vinto e cadono sei Comuni su sei - Piacenza inclusa - in Emilia-Romagna.

Il Nord è quasi tutto dipinto d'azzurro. Lo chema unitario del centrodestra è vincente a Monza, Lodi, nell'"ex Stalingrado" d'Itlia Sesto San Giovanni, ad Asti e a Verona, dove Federico Sboarina trionfa su Patrizia Bisinella, compagna dell'ex sindaco Flavio Tosi e sostenuta anche dal Pd.

Al Sud, dove l'influenza di FI prevale su quella leghista, il centrodestra avanza ugualmente. Clamorosa e inattesa la vittoria del centrodestra a L'Aquila, dove Pierluigi Biondi ribalta il risultato del primo turno e ha la meglio su Americo Di Benedetto.

Annunciato il trionfo a Catanzaro di Sergio Abramo e al fotofinish quello a Rieti.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Elezioni amministrative 2017, Salvini: "hashtag #andiamoagovernare"

Comunali 2017, perché il Movimento 5 Stelle ha perso

Grillo sconfitto a Genova, la sua città, e resta fuori dai grandi ballottaggi. Ecco cosa è successo e i motivi della frenata pentastellata

Elezioni comunali: ora il Centrodestra ci crede di più

Incassato un buon risultato al primo turno, spera nei ballottaggi: vantaggio in 6 città. Ma serve unità e Salvini dice: "È la Lega a trainare"

Commenti