Conte si blinda a Palazzo Chigi con il prolungamento dello Stato d'Emergenza
(Ansa)
Conte si blinda a Palazzo Chigi con il prolungamento dello Stato d'Emergenza
Politica

Conte si blinda a Palazzo Chigi con il prolungamento dello Stato d'Emergenza

Martedì il nuovo DPCM con lo spostamento fino al 31 gennaio delle norme anti Covid, per la serenità del premier

Lo Stato d'Emergenza causa Covid-19 verrà prorogato al 31 gennaio 2021. La notizia era nell'aria (visto anche il parere favorevole del Comitato Tecnico scientifico che per primi si era detto favorevoli al prolungamento) e diventerà effettiva dopo il Consiglio dei Ministri in agenda per lunedì prossimo che preparerà l'ennesimo DPCM con cui l'estensione diventerà ufficiale.

Il Decreto nei dettagli è ancora aperto a modifiche, in realtà delle limature, anche degli ultimi minuti ma la sostanza non cambierà molto. Oltre alle misure in vigore ormai da mesi di sicuro verrà imposto alle Regioni una limitazione per quanto riguarda la presenza del pubblico alle manifestazioni sportive, in particolare per quelle al chiuso, nei palazzetti con un massimo di 200 persone e comunque non oltre la soglia del 25% dei presenti rispetto ai posti disponibili.

Per quanto riguarda invece la questione stadi resta il tetto dei 1000 tifosi; stop quindi a passi in avanti di singole regioni.

Ricordiamo che lo Stato d'Emergenza consente al governo di agire in deroga su diversi campi della vita pubblica; dallo smart working, ai rapporti con le Regioni e con le loro ordinanze (che dovranno seguire le linee guida fornite dall'esecutivo stesso) alle restrizioni su viaggi e spostamenti, in entrata ed in uscita dal paese.

Più che da quello pratico quindi il prolungamento dello Stato di Emergenza ha maggiori riflessi sul piano politico.

Conte in pratica si blinda a Palazzo Chigi e si prepara ad affrontare i temi caldi dell'autunno (Mes e manovra economica su tutti) nella massima tranquillità possibile. Difficile, se non impossibile, che qualcuno possa tentare di contrastarlo in piena emergenza nazionale.

Emergenza che, stando alle parole del Ministro della Salute, potrebbe addirittura arrivare all'estate prossima. "Dobbiamo stringere i denti per 7-8 mesi" ha detto Speranza.

Resta quindi la sensazione che l'esecutivo, debole come non mai con i grillini ad un passo dall'implosione, trovi forza e ragioni della sua sopravvivenza proprio nell'emergenza e nei suoi decreti.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti