Giuseppe-Sala
Politica

Caso Sala: il M5s deposita un esposto al Tar

Dopo lo scoop di Panorama i pentastellati si sono rivolti al tribunale amministrativo per un giudizio sulla sua candidabilità o meno a sindaco di Milano

Il Movimento 5 stelle sabato 14 maggio ha depositato al Tar un ricorso urgente per fare chiarezza sulla presunta incandidabilità di Beppe Sala, svelata dal settimanale Panorama sul numero in edicola dal 12 maggio, che corre a sindaco di Milano per il centrosinistra.

- LEGGI ANCHE: Perchè Giuseppe Sala non è candidabile
- LEGGI ANCHE: La reazione scomposta di Sala alla notizia
- LEGGI ANCHE: Così si nomina e si revoca un commissario
- LEGGI ANCHE: L'esposto dei radicali

Sebbene Sala abbia più volte parlato in questi giorni di "accuse surreali" il candidato sindaco dei Radicali, Marco Cappato, ha presentato un esposto in Procura, all'Anac e all'Antitrust. E anche i pentastellati hanno fatto lo stesso rivolgendosi però al Tribunale amministrativo. "Lasciamo decidere al Tar, io sono sereno" ha commentato il candidato del PD. "Come tutti sanno, ho firmato anche il bilancio Expo dopo essermi dimesso - ha aggiunto - Conosco le regole, questi sono atti dovuti, io mi chiedo cosa sarebbe successo invece se mi fossi rifiutato di firmare il bilancio" dell'esposizione universale.

Apparentemente il candidato di centrodestra Stefano Parisi non ha voluto seguire la polemica. "Spero che quelle cose vadano nel nulla - ha commentato - io mi confronto con lui e non con trappole amministrative o burocratiche". Salvo poi bollare le osservazioni del suo avversario verso chi ha pubblicato la notizia come "parole - ha osservato - che io non direi neanche nei confronti delle testate di sinistra che mi attaccano" e poi criticare il fatto che non si presenti ai confronti (anche se poi Sala, ha dichiarato che ci sono alcuni faccia a faccia in programma, fra gli altri uno con i sindacati e uno televisivo).

© Riproduzione Riservata

Commenti