agnese-renzi
Politica

Agnese Renzi fa la First Lady e si mette in permesso

La moglie segue il premier in Australia chiedendo un giorno alla scuola dove fa la supplente. Con lei Andrea Guerra e Marco Simoni

di David Allegranti

C’erano un po’ tutti al seguito del premier Matteo Renzi, in Australia, al G20, dove è stato fissato un obiettivo: giungere a una crescita del 2,1 per cento entro il 2018. C’erano un po’ tutti, dunque: non solo Andrea Guerra, ex amministratore delegato di Luxottica, ufficialmente "in vacanza", e Marco Simoni, consigliere economico a Palazzo Chigi.

C’era anche, come le capita nelle missioni all’estero da quando il marito è presidente del Consiglio, la signora Renzi. Solo che stavolta, per prendere l’aereo, ha dovuto chiedere un’autorizzazione: Agnese è un’insegnante di scuola precaria e da qualche settimana è tornata in un istituto per far supplenze, il liceo Ernesto Balducci di Pontassieve, provincia di Firenze, per otto ore la settimana. Sotto casa, praticamente. "Ha chiesto un giorno di permesso", spiega il preside del Balducci, Giulio Mannucci, che è anche redattore della rivista Testimonianze. Di già, preside? "Ma non c’è alcun privilegio per lei. Agnese si muove in modo sobrio, fa le cose con semplicità…", assicura il dirigente scolastico. La supplenza, per sostituzione maternità, durerà almeno fino alla fine dell’anno. A marzo, invece, subito dopo lo sbarco del marito a Palazzo Chigi, aveva chiesto e ottenuto un’aspettativa dall’educandato Santissima Annunziata di Firenze per stare di più con i figli.

L’ex ad di Luxottica invece accanto a chi doveva stare in Australia? Ai cronisti che gli chiedevano il motivo della sua presenza, ha detto di non avere nulla da aggiungere. Da Palazzo Chigi hanno spiegato che Guerra è un ottimo conoscitore dell’Australia. Il suo non è un nome nuovo intorno a Renzi. Il manager a febbraio era tra i papabili per il ministero dello Sviluppo economico e quando Federica Mogherini è stata promossa in Europa, Guerra è tornato a circolare come candidato per la Farnesina. Recentemente è salito sul palco della convention fiorentina della Leopolda, dove ha raccontato la sua fresca esperienza di disoccupato: "La scorsa volta che sono venuto alla Leopolda avevo un lavoro, oggi non ce l’ho e spero di trovarlo". Senza un lavoro, ma con 10 milioni di buonuscita e 33 di stock option. A far la guida in Australia, sicuramente, guadagnerà meno.

@davidallegranti

© Riproduzione Riservata

Commenti