Inondazioni in Perù
EPA/ANDRES VALLE / PERUVIAN PRESIDENCY
Inondazioni in Perù
News

Il Perù sommerso dalle inondazioni: l'emergenza continua - FOTO

Le piogge torrenziali che da settimane colpiscono il Paese stanno causando la peggiore catastrofe nazionale degli ultimi 20 anni

Almeno 78 morti, centinaia di feriti e decine di dispersi, oltre 101 mila sfollati, e un totale di oltre 643 mila persone e 141 mila abitazioni coinvolte: è questo il bilancio aggiornato dell'ondata di maltempo, provocata dal fenomeno climatico conosciuto come El Niño, che da settimane si sta abbattendo sul Perù con piogge intense, esondazioni di fiumi, inondazioni e frane.

Partita dalle zone costiere del Nord, la catastrofe ha poi colpito in modo grave tutto il Paese, in particolare le regioni di Tumbes, Piura, Lambayeque e La Libertad. Come previsto dal Servizio nazionale di meteorologia le precipitazioni sono andate ulteriormente intensificandosi durante la settimana in corso, in particolare nelle regioni di Áncash, Lima e Ica.

Rimane lo stato d'allerta - gialla o rossa - per un certo numero di fiumi, il cui livello non è sceso o si è addirittuta alzato. Nella regione nord-occidentale di Piura, in particolare, i fiumi Tambo e Chira hanno un flusso di 1.710 metri cubi di acqua al secondo. 

Circa 1.100 km di strade del Paese sono state distrutte, almeno 33 autostrade sono state chiuse o bloccate parzialmente, e oltre 160 ponti sono crollati. Il ministro del Trasporto, Martin Vizcarra, ha precisato nei giorni scorsi che, secondo le previsioni meteo, occorre "essere preparati per l'emergenza almeno fino a fine marzo". 

Dopo la Croce rossa peruviana, intervenuta per prima per portare aiuto in varie località, hanno iniziato a giungere nelle ultime ore importanti aiuti internazionali da Colombia, Cile ed Ecuador. Toccata anche la capitale Lima, dove ci sono stati a lungo problemi di approvigionamento dell'acqua potabile, in via di risoluzione.

Alla popolazione coinvolta è giunta domenica 21 marzo, al termine dell'Angelus, la solidarietà di Papa Francesco: "Voglio assicurare la mia vicinanza alla cara popolazione del Perù, duramente colpita da devastanti alluvioni. Prego per le vittime e per quanti sono impegnati nel prestare soccorso". 

CRIS BOURONCLE/AFP/Getty Images
18 marzo 2017. Una sezione fortemente danneggiata della linea ferroviaria centrale che corre lungo il fiume Rimac presso Chosica, ai piedi delle Ande, alla periferia est di Lima.
Ti potrebbe piacere anche

I più letti