News

Parlamento chiuso per ferie (35 giorni)

Troppe? No. A patto che vadano tutti su un'isola ad approvare la nuova legge elettorale

Il Presidente della Camera, Gianfranco Fini, in vacanza (Credits: ANSA/FRANCO SILVI )

Fate presto! Questo doveva essere l'imperativo categorico della nostra classe dirigente per affrontare la crisi economico finanziaria. Grandi proclami al senso di responsabilità, inviti alla sobrieta' lanciati da tutti i leader politici e ora? Cosa resta di tutto questo?

Il parlamento chiuso per ferie per 5 settimane. Eppure di cose da fare ce ne sarebbe una lista: lo spread che continua a galoppare, una legge elettorale da modificare subito in vista delle elezioni, norme da approvare in materia di dismissioni del patrimonio pubblico, insomma il catalogo e' lungo eppure alle vacanze e' difficile rinunciare.

Certo in pochi sentiranno la mancanza dell'onorevole Mimmo Scilipoti o dell'on. Maurizio Grassano, ex idv con sul groppone una condanna per truffa, ma caso particolari a parte siccome anche loro sono in rappresentati del popolo italiano, se solo facessero qualche settimana di vacanze in meno sicuramente non gli farebbe male.

Non si capisce infatti perché l'italiano medio vada in vacanza, se va bene, al massimo 2 settimane e invece il parlamento debba rimanere chiuso per 35 giorni. Si dirà ma i deputati e senatori non hanno nulla da fare, perché tanto tutto dipende dal governo che prende i provvedimenti a colpi di decreti. Quindi? Quindi peggio mi sento, visto che l'odiata Frau Merkel, oltre a pagarsi di tasca sua un mini appartamento di 40 mq va in vacanza solo per 12 giorni e il Bundestag non chiude certo per ferie come il fruttarolo di via Nomentana a Roma.

Alle volte anche i gesti simbolici possono avere un valore e chiedere ai nostri rappresentati di fare qualche giorno in meno di ferie, forse non e' un delitto. Sarebbe davvero deludente, alla ripresa dei lavori parlamentari, sentire le solite schermaglie tra i partiti che si lamentano perché non hanno trovato l'accordo sulla legge elettorale. Si chiudessero per 5 settimane in un bel rifugio di montagna o su una delle tante isole italiane (Ventotene...potrebbe essere perfetta) e usassero questi giorni di vacanza per trovare un accordo sulle scelte importanti che dovremmo affrontare da settembre.

Immaginatela così, una bella foto di gruppo in bermuda e T-shirt di Casini, Bersani, Alfano- pardon Berlusconi- Fini, Maroni, Di Pietro (magari alloggiato in un residence a parte) che per 5 settimane provano a trovare un accordo da presentare al parlamento a settembre. E' possibile?

© Riproduzione Riservata

Commenti