Papa Francesco: "Siate i custodi della Terra"
Papa Francesco: "Siate i custodi della Terra"
News

Papa Francesco: "Siate i custodi della Terra"

È dedicata ai temi dell'ambiente e al rapporto tra uomo e natura la seconda Enciclica di Bergoglio, che sarà presentata il 18 giugno

Con papa Francesco l'ecologia entra a pieno titolo nel "magistero sociale" della Chiesa. Bergoglio accentua i concetti di "custodia" e di "armonia": all'umanità è affidato il compito di custodire la terra, casa comune, dove l'uomo non e' inteso come "centro" ma in relazione con le altre creature e capace di riconciliarle. Mancano de giorni alla pubblicazione di  Laudato sii, la nuova enciclica del Papa tutta dedicata al tema del rapporto tra uomo e natura. Da ieri alcune indiscrezioni di stampa (smentite però dal Vaticano) hanno diffuso un testo, che potrebbe essere la bozza finale della stesura di Beroglio. Ma nel frattempo Civiltà Cattolica, la rivista romana dei gesuiti, le cui bozze sono riviste dalla segreteria di Stato vaticana, ha dedicato l'intero numero ai temi ambientali, accompagnando così la pubblicazione del testo papale.

Un appello ad agire

Dopo l'enciclica, come scrive la rivista,  "toccherà a tutti, pur non essendo tutti scienziati, tirare le conclusioni e agire"; il Papa si è documentato con le acquisizioni scientifiche, ma il suo obiettivo non è "fare speculazione né sposare questa o quella teoria, ma invitare gli uomini di buona volontà a considerare bene le loro responsabilità per le generazioni future, e agire di conseguenza". "Confidiamo che molti - afferma l'editoriale - accogliendo la sfida in termini di fede e di scelte operative, saranno profondamente grati del fatto che un leader mondiale abbia avuto il coraggio di richiamare tutti a un futuro più sostenibile e inclusivo". 

L'anunicio in San Pietro

"Come è stato annunciato, giovedì prossimo sarà pubblicata una Lettera Enciclica sulla cura del creato" ha detto il Papa ai fedeli riuniti in Piazza San Pietro per l'Angelus, domenica scorsa. "Invito ad accompagnare questo avvenimento con una rinnovata attenzione alle situazioni di degrado ambientale, ma anche di recupero, nei propri territori. Questa Enciclica è rivolta a tutti: preghiamo perché tutti possano ricevere il suo messaggio e crescere nella responsabilità verso la casa comune che Dio ci ha affidato".

Il teologo ortodosso

Il Papa ha rivelato che aveva invitato il patriarca di Costantinopoli, e pioniere dell'ecumenismo ecologico, Bartolomeo, a presentare, il 18, la sua seconda enciclica. "Siamo amici, - ha spiegato - lui aveva un impegno, ma mi ha mandato l'arcivescovo di Pergamo Zizoulas, così l'enciclica sarà presentata anche da uno dei più grandi teologi ortodossi". 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti