News

Onore e disonore in processione

Oppido Mamertina e’ terra di n’drangheta. E’ tra quei pezzi di paese dove lo Stato non conta nulla. Dove le regole non scritte del capo bastone prevalgono su codici e istituzioni. E’ una societa’ poco onorata dove anche la celebrazione …Leggi tutto

Oppido Mamertina e’ terra di n’drangheta. E’ tra quei pezzi di paese dove lo Stato non conta nulla. Dove le regole non scritte del capo bastone prevalgono su codici e istituzioni. E’ una societa’ poco onorata dove anche la celebrazione religiosa si piega al cospetto del vecchio boss di fronte alla cui casa giovani e meno giovani portatori della statua mariana si fermano rispondendo ad un ordine implicito. Un ordine che serve a ricordare a tutti chi comanda. Tra l’indifferenza dei rappresentanti di clero e amministrazioni locali che preferiscono volgere il capo altrove, un maresciallo dei carabinieri ed i suoi uomini lasciano la processione. Loro non ci stanno e, usi obbedir tacendo, in silenzio obbediscono all’ordine anch’esso implicito dell’onore e del dovere di non abbassare la testa per rispetto di se stessi e di quegli uomini e donne che per combattere questa ignominia hanno offerto le loro vite. Oggi , simbolicamente, dovremmo tutti alzarci e applaudire il coraggio e la dignita’ di quei servitori dello Stato dove Stato non c’e’.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti