Nik Wallenda sulla fune fra i grattacieli a Chicago - Foto
EPA/TANNEN MAURY
Nik Wallenda sulla fune fra i grattacieli a Chicago - Foto
News

Nik Wallenda sulla fune fra i grattacieli a Chicago - Foto

Nel 2012 attraversò in questo modo le cascate del Niagara. Ora, in (quasi) diretta il fiume fra le due grandi torri cittadine. Senza selfie però

Nik Wallenda ha stupito il mondo anche questa volta. L'equilibrista di 35 anni questa notte ha attraversato su una fune inclinata di 19 gradi - primo record - lo spazio sull'omonimo fiume che attraversa la città. È partito dai 179 metri della torre ovest del Marina City - la cosiddetta "pannocchia" - e ha raggiunto i 195 metri del Leon Burnett Building, impiegando 6,51 minuti. 


Non soddisfatto è sceso a terra, è tornato in cima alla torre ovest del Marina City e si è fatto bendare. Quindi ha attraversato su un'altra fune lo spazio più vicino (1,17 minuti) della torre gemella. Anche stavolta battendo un record. Le immagini sono state trasmesse in diretta ma con un ritardo di 10 secondi per scongiurare ai telespettatori l'orrore di una possibile tragedia. Wallenda, criticato da molti negli Usa per l'altissimo rischio della sua impresa, ha dovuto rinunciare a scattarsi un selfie a metà fune, come aveva annunciato. Unica concessione alla "sicurezza".

L’impresa di Wallenda va in onda in replica, lunedì 3 novembre, alle ore 21.00, su Discovery Channel in esclusiva e in HD: Sky, canali 401, 402.

Wallenda sul filo, tutto il resto è aspettare

EPA/TANNEN MAURY
Nik Wallenda saluta dopo aver camminato bendato su un filo per quasi 30 metri a un'altezza di 165,5 metri da terra, fra l due grattacieli di Marina City, Chicago, 2 novembre 2014. In precedenza aveva camminato su una fune inclinata di 19 gradi dalla torre ovest di Marina Building, a 179 metri di altezza, ai 195 metri del Leon Burnett Building E
Ti potrebbe piacere anche

I più letti