The Voice 2: le pagelle della terza puntata
Raidue
The Voice 2: le pagelle della terza puntata
Musica

The Voice 2: le pagelle della terza puntata

Commento, analisi e voti ai talenti mostrati su Raidue il 26 marzo 2014. Attenzione alla musica, ai brani cantati, all'interpretazione portata sul palco di provini aperti al pubblico. Le emozioni (e le stonature) tra le cover più belle di sempre

Dopo aver conosciuto e apprezzato la voce di Suor Cristina , di cui ha parlato tutto il mondo , ecco con un nuovo appuntamento dedicato a "The Voice of Italy", nella terza puntata della seconda edizione (in onda il 26 marzo 2014) su Raidue.

Siamo pronti a valutare le audizioni nel talent dove a contare non è il vestito o il volto, ma la voce.

Il Canale Cultura di Panorama.it ha deciso di dedicare uno spazio alle esibizioni di quelli che potrebbero essere i potenziali concorrenti del programma. In queste audizioni al buio, avremo la nostra pagella e l'analisi musicale dedicata.

Francesco Marotta canta "Cough Syrup" degli Young The Giant (2011, dall'album Young The Giant). Uno dei brani di indie rock più conosciuti degli ultimi anni è stata portata sul palco con una voce interessante, non particolarmente originale. C'è scarsa corrispondenza tra la voce e il personaggio, caricato di personalità più del dovuto. Un talento da approfondire, per capire se ha qualcosa da dire oltre un'appariscenza poco credibile.

FRANCESCO MAROTTA - VOTO: 7 - Ha scelto Raffaella Carrà

Alessandra Drusian (dei Jalisse) canta "Io Canto" (1979, di Riccardo Cocciante, nella versione di Laura Pausini del 2006). Un classico della musica melodica popolare, cantata con un'intenzione e un controllo della voce che appartengono alla metà degli Anni 90 e che oggi risulta stantio, un po' vecchio per l'orecchio del mercato contemporaneo. Sul ritornello la sua voce, con una radice (che ricordiamo essere) elegante e raffinata, non è esplosa come ci si aspettava. Il finale, molto tecnico, era poco convincente.

ALESSANDRA DRUSIAN - VOTO: 5 -  Eliminata

Sasha Susino canta "Nothing's real but love" di Rebecca Ferguson (2011, dall'album "Heaven"). Una voce insicura ma a suo modo importante. Non originale, non molto interessante, strana da sentire da una persona così giovane. C'è molta preparazione, ma anche quel pizzico di emozione che incuriosisce e crea empatia. La sua innocenza, in buona sostanza, la rende piacevole.

SASHA SUSINO - VOTO: 6 E MEZZO - Ha scelto Noemi

Valeria Marchetti canta "One and Only" di Adele (2011, dall'album "21"). All'esatto centro tra una bella voce, il gusto e l'empatia, c'è lei. Imprecisa, poco sicura, ha un'anima speciale. Speriamo di poter sentire presto la sua voce in una veste davvero vincente.

VALERIA MARCHETTI - VOTO: 7 E MEZZO - Ha scelto J-Ax

Giuseppe Maggioni canta "Don't stop me now" dei Queen (1979, dall'album "Jazz") - Impostato con il fisico e la mimica al limite del teatrale, ha effettivamente una bellissima voce, quella che ti aspetti dal protagonista di un musical. L'unico neo è che seppur la sua voce emana energia, lui no. C'è qualcosa che lascia delle perplessità, ed è un peccato su un talento così interessante.

GIUSEPPE MAGGIONI - VOTO: 7+ - Ha scelto Raffaella Carrà

Antonio Careddu canta "Without Me" di Eminem (2002, dall'album "The Eminem Show"). Lucio Vario, il fenomeno trash Youtube di "A me mi piace a Nutella" e "Per amore" è più bravo, e abbiamo detto tutto. Non ha temi in italiano e in inglese ha davvero sbagliato binario. La direzione è sotto la mediocrità. È offensivo verso i rapper (veri) con le carte in regola per sfondare.

ANTONIO CAREDDU - VOTO: 3 - Eliminato

Elisabetta Gagliardi canta "Amore disperato" di Nada (1983, dall'album "Smalto"). C'è freschezza, una voce interessante, un moto di porre la voce che ricorda quello delle coriste. Più di sottofondo che da protagonista. Speriamo possa fare meglio di così.

ELISABETTA GAGLIARDI - VOTO: 5 - Sceglie Piero Pelù

Mattia Battistini canta "Billie Jean" di Michael Jackson (1983, dall'album "Thriller"). La versione arrangiata come un brano bossanova (con qualche stravolgimento di troppo) non ha aiutato il bravo cantante e artista. È un programma che si chiama "The Voice" e diciamoci la verità, non c'è spazio per le raffinatezze vocali, ma per l'impatto che la tua voce ha sui giudici e sul pubblico nell'immediato. Troppo distante dall'universo talent show.

MATTIA BATTISTINI - VOTO: 6/7- Eliminato

Piero Dread dei Franziska canta "No Woman, No Cry" di Bob Marley (1975, dall'album "Natty Dread") in mash up con "I'm Yours" di Jason Mraz (2008, dall'album "We sing, we dance, we steal things"). Niente di speciale, scelta di brano branale, ma una cosa va detta. La sua esibizione è stata sincera, onesta, appassionata, semplice nel senso più bello del termine. La sua storia e il suo background sono molto interessanti.

PIERO DREAD - VOTO: 7 E MEZZO - Ha scelto J-Ax

Carolina Russi canta "Fallin" di Alicia Keys (2001, dall'album "Song in A Minor"). Una voce sinuosa, già piuttosto raffinata, è in mano a una ragazza giovanissima che può davvero arrivare dove vuole, se prende la strada giusta. Essere figlia "d'arte" della voce radiofonica Anna Pettinelli non avrà alcun tipo di influenza nel giudicare il suo talento. È riuscita, da sola, a fare centro. Nonostante le imprecisioni.

CAROLINA RUSSI - VOTO: 7/8 - Ha scelto J-Ax

Giorgia Pino canta "Come Foglie" di Malika Ayane (2009, dall'album "Malika Ayane"). Un'esibizione strana su una voce naturalmente destrutturata. Non si capiva quanto naturale fosse la sua voce e quanto riuscisse a portare quella "stranezza" in altri brani, rendendoli speciali. Per ora, la ragazza non convince.

GIORGIA PINO - VOTO: 6 E MEZZO - Ha scelto Noemi

Esther Oluloro canta "Stay" di Rihanna (2013, dall'album "Unapologetic"). Una voce speciale con un'intenzione rara. Quella che non guarda al successo, non cerca il pubblico. Regala spontaneamente emozioni e lo fa con una forza straordinaria. Ha una voce che rimane impressa come un tatuaggio sulla pelle. Ha alcuni tratti acerbi che rendono la pasta della sua voce ancora più bella e importante.

ESTHER OLULORO - VOTO: 9 - Ha scelto Piero Pelù

Benedetta Giovagnini canta "Blues in the night" (brano standard del 1941). Una voce esplosiva e molto tecnica che non ha aiutato a far uscire l'espressione più emotiva della sua voce. Un brano di grande energia, ma non è bastato per conquistarc.

BENEDETTA GIOVAGNINI - VOTO: 7+ - Ha scelto Piero Pelù

Dario Falasca canta "Sei solo tu" di Nek (2002, in duetto con Laura Pausini nel brano "Le cose da difendere"). Interpretazione imitativa che non è riuscita nemmeno a simulare nel modo giusto l'energia, la rabbia e la forza del suo interprete originale. L'esibizione di Darionon è molto dissimile da una buona performance da karaoke di provincia aiutato da una birra e tanti amici contenti di sentirti. Non è così che si affronta "The Voice".

DARIO FALASCA - VOTO: 4 - Eliminato

Federica Graziani canta "Una poesia anche per te" di Elisa (2005, dall'album "Pearl Days"). È partita banale ed è diventata unica nel crescendo del pezzo, verso la sua conclusione. Nel complesso l'esibizione è stata buona, bella da ascoltare, non indimenticabile ma non per questo poco emozionante. Qui c'è solo da migliorare.

FEDERICA GRAZIANI - VOTO: 7 - Ha scelto Noemi

Maria Afrodite De Lucia canta "Do what U want" di Lady Gaga (2013, dall'album "Artpop"). La parola che riassume al meglio questa esibizione è "confusione". È andato tutto male in questa performance, solo punti di debolezza e per una cantante che sa mostrare solo le sue lacune.

MARIA AFRODITE DE LUCIA - VOTO: 5 E MEZZO - Eliminata

Andrea Manchiero canta "Anche per te" di Lucio Battisti (1971). Tutti a lezione di canzone melodica con una bellissima voce, con un grande lavoro sul testo. Un brano conosciutissimo cantato con emozione, cuore, tecnica, peso specifico dato alla semplicità di questo piccolo capolavoro. Complimenti, davvero, per questa sua esibizione.

ANDREA MANCHIERO - VOTO: 8 - Ha scelto Noemi

Debby Lou canta "Black Velvet" di Alanna Myles (1989). È una delle hit più belle e ascoltate negli Stati Uniti nel corso degli anni 90. Un brano eccezionale da una voce straordinaria, portata in Italia con una scelta di ottimo gusto da Debora. Bellissima performance, anche se la ragazza ha molto di più da comunicare e da dire. La sua voce ha un'energia che vogliamo scoprire senza riserve alla prossima occasione.

DEBBY LOU - VOTO: 8 E MEZZO - Ha scelto Piero Pelù

Ti potrebbe piacere anche

I più letti