Musica

Teho Teardo: la grande bellezza di "Ballyturk"

Suoni visionari e magia nell'ultimo lavoro del musicista italiano che accompagna l'omonima opera teatrale di Enda Walsh

Le quattro stelle per Ballyturk sull'autorevole magazine musicale inglese Q, sono uno dei tanti riconoscimenti per questo artista italiano, autorevole e credibile da tempo ben oltre i nostri confini.

Teho Teardo è un musicista vero, ispirato, prima ancora che un'eccellenza dell'arte italiana nel mondo. Ha composto grandi colonne sonore (tra le altre, quelle di il Divo e Diaz) e intrecciato la sua arte con quella di Blixa Bargeld dei leggendari Einsturzende Neubauten (due le incisioni, entrambe bellissime: Still smiling e Spring).

Senza dimenticare poi una delle sue esibizioni più importanti, quella di Villa Manin, lo scorso dicembre, dove ha presentato uno show-colonna sonora delle immagini del pittore, regista e fotografgo americano, Man Ray.

Concepite per l’omonima opera teatrale dell'autore e drammaturgo irlandese, Enda Walsh, presentata in anteprima mondiale a luglio al Festival di Galway e a settembre al National Theatre di Londra, le musiche di Ballyturk sono state poi rielaborate e incise da Teardo in questo nuovo album in cui compaiono anche Joe Lally (Fugazi) e Lori Goldston, violoncellista dei Nirvana.

"Quando stavo scrivendo Ballyturk”  ha raccontato Enda Walsh "ascoltavo molte partiture di Teho. La musica che ha ideato per Music for Wilder Mann mi ha catturato e spinto nel cuore misterioso di Ballyturk. Penso che la musica di Teho riveli l’anima dei personaggi come solo la grande musica sa fare".

In una parola: bellezza. Proprio quella che trovate nelle tracce visionarie di Ballyturk. Suoni per il cervello e per l'anima. Un ottimo antidoto al vuoto pneumatico musicale di questa era.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti