Sony
Musica

Meghan, la popstar che ha conquistato Youtube

194 milioni le visualizzazioni del primo singolo, "All about that bass"

Negli ultimi anni il pop femminile made in Usa è diventato non solo una rincorsa alla canzone più radiofonica, ma anche al video più sensuale.

Tra la bellezza statuaria di Taylor Swift, i look ammiccanti di Katy Perry, il fascino esotico di Beyoncè e le movenze che nulla lasciano all’immaginazione di Nicki Minaj, si sta facendo largo la giunonica Meghan Trainor, forte delle 173 milioni di visualizzazioni su Youtube dell’accattivante singolo All about that bass.

Nel godibile video  con atmosfere anni Sessanta, diretto dalla nota  regista e coreografa Fatima Robinson,  la giovane cantautrice e polistrumentista del Massachussetts non solo non fa nulla per nascondere i chili di troppo, ma invita con ironia le ragazze più in carne ad accettarsi così come sono, senza inseguire la chimera della perfezione delle modelle.

Emblematici, in questo senso, i versi: “Vedo che nelle riviste utilizzano Photoshop/ Sappiamo che quella robaccia non è reale/Dai, fallo smettere/ Se hai della bellezza in te, allora mostrala/Perché ogni centimetro di te è perfetto/Dalla testa ai piedi”.

Oltre al messaggio positivo, la canzone è una piacevole sorpresa anche dal punto di vista musicale, grazie alla centralità del contrabbasso, strumento quasi introvabile in un brano pop di oggi.

La voce rotonda della Trainor, le spensierate atmosfere Sixties, i battiti delle mani e i controcori in stile Supremes sono un evidente omaggio ai gruppi femminili prodotti negli anni Sessanta da quel genio di Phil Spector, l’inventore del celebre muro del suono.

Una canzone vintage e moderna al tempo stesso, che accontenta sia il pubblico più giovane che i nostalgici del pop femminile di quell’epoca, ricca di ottimismo e di creatività.

Da oggi è disponibile nei negozi l’ep di debutto di Meghan Trainor, Title, gustosa anteprima in attesa del suo album di debutto, previsto per l’inizio del 2015.

All about that bass è al primo posto nella classifica dei singoli più venduti in Canada, Inghilterra, Germania, Austria, Danimarca, Irlanda, Mexico, Nuova Zelanda e Israele.

Negli Usa  il brano è stato certificato disco di platino per aver superato un milione di download, oltre ad essere stato al primo posto nelle classifiche Billboard Hot 100, Amazon Single, Spotify e  iTunes Single.

Numeri che parlano da soli e che candidano la ventunenne Meghan al ruolo di nuova star del pop.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti