"Mama told me", il singolo di debutto di Daysy
"Mama told me", il singolo di debutto di Daysy
Musica

"Mama told me", il singolo di debutto di Daysy


Come lo Yin e lo Yang, Daisy e Léo sono due opposti che si attraggono, che si compensano e che non possono vivere l’uno senza l’altro. Destinati a incontrarsi, sono inseparabili, interdipendenti e si uniscono armoniosamente in DAYSY, il duo musicale che hanno formato e il cui nome contiene volutamente entrambe le Y dell’antica filosofia cinese.
In ogni metà è presente una piccola quantità del rispettivo opposto ed è esattamente questo che i DAYSY vogliono rappresentare con il loro sound travolgente in cui si percepisce immediatamente questa complementarità e questa perfetta sintonia. Chitarra e voce sono sufficienti a disorientare l’ascoltatore, portandolo dentro un groove irresistibile e potentissimo che si manifesta a gran voce nel loro singolo di debutto, Mama Told Me.

Sulle fondamenta solide di un riff di chitarra acustica deciso e rotondo, Mama Told Me, resta piantato al suolo come un macigno che ti entra dentro ma che, allo stesso tempo, si muove vertiginosamente in tutti i brividi possibili e inimmaginabili del corpo, anche grazie alla voce unica e suadente di Daisy. Un ritmo subito incalzante che ti seduce dalla prima nota e che non può farti restare fermo.
Mama Told Me ti porta fin da subito alla old school hip-hop ma non può essere etichettato come tale e, in verità, non può essere proprio etichettato se non come un nongenere perché impregnato di pop, funky, blues e soul. E’ una mina vagante, pronta a esplodere nelle orecchie di chi la ascolterà.

“She took my hand when I was lost or when I've been a fool, she held me, mama helped me and now I wanna share all this love” recita un verso di Mama Told Me in una vera e significativa autobiografica dichiarazione d’amore alla madre, di quelle che probabilmente ogni figlio vorrebbe fare alla propria.


DAYSY è il nuovo bijoux francese, di quelli che non si sentivano dai tempi di Stromae e che è destinato ad estendere agli ascoltatori il proprio Yin e Yang, accogliendoli e assorbendoli in quel tutt’uno pieno d’amore. Un dualismo totalizzante. Due cuori nel battito di uno e il pubblico se ne accorgerà, diventandone parte integrante.


Ti potrebbe piacere anche

I più letti