TIZIANA FABI/AFP/Getty Images
Musica

Lucio Dalla: il tributo del rap italiano in "Bella Lucio!"

L’album, ideato da Marcello Balestra, rivela in 11 canzoni l’influenza del grande cantautore

Il progetto è curato da Franco Godi, storico produttore degli Articolo 31

Che cosa hanno in comune l’hip hop italiano e Lucio Dalla? Più di quanto si potrebbe pensare, come il gusto per la provocazione intelligente e l’attenzione maniacale nella scelta delle parole.

Il 25 settembre arriva nei negozi Bella Lucio! , album-tributo dove il linguaggio di Dalla e quello dell’hip hop si incontrano sul terreno comune delle memorabili canzoni di Lucio. Dieci brani originali affidati ad altrettanti rapper e la bonus track L'impresa eccezionale degli Articolo 31, che già nel 1996 trasformarono in chiave spaghetti funk il capolavoro Disperato erotico stomp. Il brano di J-Ax e Dj Jad fu curato da Franco Godi, oggi produttore di Bella Lucio!, progetto nato da un’idea di Marcello Balestra, amico per trent’anni di Lucio Dalla.

Vediamo insieme, cliccando le frecce laterali, la setlist, il brano di Dalla che è stato reinterpretato e gli 11 artisti coinvolti in Bella Lucio!.

1) Mentre scrivo (Balla balla ballerino) - Mondo Marcio feat. Lucio Dalla

2) Solo per me (Henna) - Ghemon feat. Lucio Dalla

3) Una lacrima (Cosa vuol dire una lacrima) - Rocco Hunt feat. Lucio Dalla

4) Stelle nel flipper (Anna e Marco) - Emis Killa feat. Lucio Dalla

5) Profondo (Come è prodondo il mare) - Ensi feat. Lucio Dalla

6) Sotto lo stesso cielo (Caruso) - Clementino feat. Lucio Dalla

7) Un mondo piccolo così (Attenti AL Lupo) - Moreno feat. Lucio Dalla

8) Vorrei (Tu non mi basti mai) - Raige feat. Lucio Dalla

9) Sdraiato su una nuvola (Se io fossi un angelo) - Two Fingerz feat. Lucio Dalla

10) Come Nuvolari (Nuvolari) - Siamesi Brothers feat. Lucio Dalla bonus track

11) L'impresa eccezionale (Disperatoerotico stomp) - Articolo 31 feat. Lucio Dalla

Le dichiarazioni dei curatori di "Bella Lucio!"

“Ho chiesto a ciascun artista di scegliere il brano più vicino alla propria sensibilità e ai propri temi personali -ha sottolineato Godi- perchè volevo che questo non fosse un progetto su commissione ma su ispirazione”.

“Il progetto “Bella Lucio” –ha aggiunto Balestra- nasce dall’intenzione e dalla convinzione che il suo repertorio possa interagire e dialogare, come lui stesso ha sempre cercato di fare in ogni occasione, con le nuove energie autorali italiane rappresentate oggi dai rapper”.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti