Neilson Barnard/Getty Images
Musica

Lin-Manuel Miranda: chi è il vincitore del Pulitzer per il Teatro

“Hamilton”, con i suoi ritmi hip hop, è il nono musical a vincere il prestigioso premio

Lo spettacolo è stato applaudito da Obama, Eminem,Beyoncé e Kanye West

Dopo aver vinto per la prima volta un Premio Oscar nel 2003 con Lose Yourself di Eminem, premiata come migliore canzone originale, oggi l’hip hop viene sdoganato anche dal Premio Pulitzer con il trionfo del musical Hamilton di Lin-Manuel Miranda nella categoria Teatro.

E’ la nona volta in cento anni che il prestigioso premio viene assegnato a un musical, incentrato sulla vita di Alexander Hamilton, uno dei Padri Fondatori degli Stati Uniti d'America, secondo biografia omonima del 2004 dello storico Ron Chernow.

Il musical ha debuttato Off-Broadway nel febbraio 2015, per poi aprire al Richard Rodgers Theatre di Broadway nell'agosto 2015. In pochi mesi lo spettacolo, grazie al passaparola e alle recensioni entusiaste della stampa newyorkese,  è diventato di culto, tanto da essere apprezzato anche da Barack Obama, Beyoncé, Kanye West, Daniel Radcliffe, Eminem, Oprah Winfrey, Tom Hanks, Julia Roberts e altri.

“E’ un incredibile onore anche solo essere stato considerato per questo prestigioso premio-ha dichiarato Lin-Manuel Miranda, che ha scritto le musiche, i testi e libretto di Hamilton-Vincere oggi il Pultizer per Hamilton va oltre i miei sogni più fantasiosi”.

Vediamo insieme le 5 cose da sapere su Miranda, che a soli 36 anni è già entrato nella storia di Broadway e ora anche del Pultizer [Cliccare su Avanti]

1) Gli esordi

Lin-Manuel Miranda, nato a New York, 16 gennaio 1980 e cresciuto a Inwood, nonostante passasse un mese ogni anno a Vega Alta, in Porto Rico, città natale dei nonni portoricani,  è un attore, compositore, paroliere, cantante e rapper di grande eclettismo. Dopo essersi diplomato al Hunter College High School, Miranda frequenta la Wesleyan University laureandosi nel 2002. In quel periodo comincia a scrivere i primi musical e a coordinare le sue prime produzione teatrali. I suoi primi lavori sono insegnante di inglese al suo ex liceo, editorialista e critico di ristoranti per il Manhattan Times e compositore di musiche per pubblicità.

2) Il successo di "In the Heights"

Nel 2002 Miranda e John Buffalo Mailer lavorano assieme al direttore Thomas Kail e scrivono cinque bozzetti per il progetto del musical In the Heights. Il Music Hall ottiene il successo Off-Broadway E viene trasferito a Broadway nel 2008 vincendo il Tony Award al miglior musical e alla miglior colonna sonora e il Grammy Award al miglior album di un musical. Il ruolo di Miranda come protagonista del musical, Usnavi, gli assicura una candidatura al Tony Award al miglior attore in un musical. La sua ultima interpretazione a Broadway avviene il 15 febbraio 2009 e Miranda riprende il ruolo nel tour nazionale iniziando da Los Angeles il 23 giugno 2010.

3) Le nuove versioni di Working e West Side Story

Nel 2008, grazie al successo di In the Heights, viene invitato da Stephen Schwartz a contribuire nella sua nuova versione del musical del 1978 Working. Nel 2009, per il revival del musical di Stephen Sondheim West Side Story, scrive la trasposizione dei testi in spagnolo e nello stesso anno partecipa al revival di The Electric Company.

4) La televisione e il cinema

Nel 2007 Miranda appare come guest in un episodio della serie TV I Soprano, mentre nel settembre del 2009 interpreta Alvie, un paziente di un ospedale psichiatrico della serie Dr. House. A cinema debutta nel 1996 come regista del film Clayton's Friends, interpretando poi i ruoli di Reggie ne L'incredibile vita di Timothy Green, diretto nel 2012 da Peter Hedges, e di Shag Kava nel blockbuster Star Wars: Il risveglio della Forza del 2015 per la regia di J. J. Abrams.

5) La consacrazione di Hamilton

Mentre si trovava in vacanza dal suo stesso spettacolo a Broadway In the Heights, Lin-Manuel Miranda decise di prendere una biografia a caso come libro di lettura. All'aereoporto comprò e iniziò a leggere Alexander Hamilton di Ron Chernow, una biografia dettagliata sulla vita del padre fondatore americano Alexander Hamilton. Miranda velocemente iniziò ad analizzare la sua lettura come il possibile scheletro di un musical e si informò se una produzione simile era già stata creata in passato. Era già stata creato a Broadway un'azione scenica nel 1917, con George Arliss come Alexander Hamilton. Dopo questa scoperta, Miranda iniziò a lavorare a un progetto chiamato The Hamilton Mixtape, del quale si occupò nei suoi tempi liberi da In The Heights. Una prima versione del musical è andata in scena al Vassar Reading Festival al Vassar Collgege il 27 luglio 2013 con il titolo The Hamilton Mixtape.Lo spettacolo, messo in scena in una versione preliminare, un "reading", presentava il primo atto completo e tre canzoni del secondo. Il musical ha debuttato ufficialmente il 6 agosto 2015 al Richard Rodgers Theatre di Broadway, incontrando subito un grandissimo successo di pubblico e di critica. Hamilton sarà rappresentato per la prima volta fuori da New York al PrivateBank Theatre di Chicago il 27 settembre 2016, Il tour debutterà al SHN Orpheum Theatre di San Francisco nel marzo 2017 e resterà in scena per 21 settimane. La seconda tappa annunciata è Los Angeles, dove il musical resterà in scena all'Hollywood Pantages Theatre dall'11 agosto al 30 dicembre 2017. Miranda ha annunciato l’intenzione di portare Hamilton nel West End di Londra nel 2017, con il supporto di  Cameron Mackintosh, che ha già espresso interesse nel produrlo. Il barone Andrew Lloyd Webber, uno dei compositori più influenti del teatro musicale inglese, ha lodato Hamilton, definendolo “il musical più rivoluzionario dai tempi di Oklahoma”.

 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti