Filippo Sugar presidente Siae: 5 cose da sapere
Ufficio stampa
Filippo Sugar presidente Siae: 5 cose da sapere
Musica

Filippo Sugar presidente Siae: 5 cose da sapere

L'imprenditore, presidente del gruppo Sugar, succede a Gino Paoli

Sugar è il presidente più giovane nella storia della Siae

Filippo Sugar, presidente del gruppo Sugar e figlio di Caterina Caselli, è stato designato come nuovo presidente della Siae, il più giovane della storia della Società degli Editori Italiani. Una scelta di continuità, visto che l’imprenditore era il vice di Gino Paoli, dimessosi il 24 febbraio a seguito delle indagini per evasione fiscale. Sugar, nonostante la giovane età, porterà la sue ventennale esperienza nel mondo della musica e un approccio più moderno alle sfide del futuro, sempre più digitale. Vediamo le 5 cose da sapere per conoscere meglio l’uomo a cui è affidato il rilancio di una società con cento anni di storia alle spalle.

Chi è

Filippo Sugar ha 43 anni, è sposato con  Maria Novella e ha tre figli, Greta, Alessandro e Nicola. Guida dal 1997 il gruppo di famiglia, fondato dal nonno Ladislao Sugar nel 1932, lanciando nello stesso anno Messaggerie Digitali, la prima piattaforma italiana di distribuzione di musica legale on-line . Ha studiato alla Scuola Americana di Milano e si è laureato in Relazioni Internazionali alla Università di Bruxelles. Nel 2009 Filippo Sugar è stato eletto Presidente della FEM, Federazione Italiana degli Editori Musicali e ha lanciato una grande campagna per lo svecchiamento e la razionalizzazione della Società Italiana Autori e Editori SIAE.

L'elezione

Sugar è stato designato con 21 voti sui 30 presenti e 2 astenuti. La scelta per la presidenza doveva cadere tra i cinque componenti del consiglio di gestione: Federico Monti Arduini, Biagio Proietti, Luca Scordino e Andrea Purgatori, entrato in consiglio il 6 marzo. La nomina sarà operativa dopo il parere delle commissioni parlamentari competenti e il decreto di nomina firmato dal presidente della Repubblica.

Il programma

Sugar vuole una Siae 2.0. “Dobbiamo cercare di fare un salto di qualità nel rapporto tra Siae e i suoi associati e tra Siae e tutti coloro che ne utilizzano il repertorio – ha dichiarato- puntando sulla qualità del servizio e sulla digitalizzazione dei dati. Se gli Stati Uniti sono leader nella tecnologia, l’Asia nella manifattura della tecnologia americana, noi europei siamo leader nella creazione dei contenuti. Questa non è solo un’opportunità per Siae, ma per tutta l’economia del nostro Paese e dell’Europa”. Fondamentale sarà la battaglia sul trasferimento di valore, ovvero del “compenso degli autori in un'epoca dove sempre più prevale e prevarrà il digitale. Al contrario di quanto avviene nel mondo tradizionale, dove sono gli autori a ricevere la parte più grande degli introiti rispetto a chi distribuisce, nel mondo della rete prevale l'opposto”. Sugar vuole inoltre aprire un tavolo di lavoro comune con realtà indipendenti, emergenti e giovani del mercato, come ad esempio quella del Mei.

Il gruppo Sugar

Fondata da Ladislao Sugar nel 1932, Sugar è il principale operatore discografico italiano indipendente e uno dei maggiori editori musicali italiani sul mercato nazionale ed europeo. La società è attiva a livello mondiale nel campo dell’editoria musicale classica e pop, in quello delle colonne sonore per il cinema, nel live management e nella produzione discografica e video-cinematografica, supervisionata da Caterina Caselli Sugar. Tra gli artisti più noti spiccano Andrea Bocelli, Elisa, Negramaro, Malika Ayane, Raphael Gualazzi e Giovanni Caccamo, fresco vincitore di Sanremo Giovani.

Il catalogo Sugar

Il catalogo editoriale è composto da oltre 80.000 titoli, dagli anni Trenta fino ai nostri giorni. Fanno parte di questo catalogo autori e compositori come Lucio Battisti, Giancarlo Bigazzi, Fred Buscaglione, Paolo Conte, Ennio Morricone, Nino Rota, Armando Trovajoli, Umberto Tozzi e Gorni Kramer.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti