Black Sabbath Vol. 4: l'album che ha ispirato l'heavy metal (e non solo...)
Olycom
Black Sabbath Vol. 4: l'album che ha ispirato l'heavy metal (e non solo...)
Musica

Black Sabbath Vol. 4: l'album che ha ispirato l'heavy metal (e non solo...)

In edicola con Panorama il leggendario quarto disco della band di Ozzy Osbourne

Pubblicato nel 1972, Volume IV (in edicola con Panorama dal 3 luglio a 9,90 euro rivista esclusa) è un disco imprescindibile all'interno della discografia dei Sabbath.

Black Sabbath Volume IV è un album seminale che contiene le radici dell'heavy rock. Rispetto alla storia della band inglese si tratta di un disco di rottura, un decisivo cambio di direzione.

In Volume IV i Sabbath arricchiscono di nuovi colori il loro sound oscillando tra hard rock, heavy doom e incursioni nel progressive, con qualche divagazione acustica (l'ispirata Laguna's Sunrise) e una ballad epocale per piano e voce, Changes.

Ascoltare quest'album significa comprendere quanto i Sabbath abbiano influenzato la scrittura di Iron Maiden e Metallica, giusto per fare due nomi eccellenti. Non solo: in questo disco ci sono le origini dello stoner e del doom metal.

I TRE BRANI CULT: Under the sun, Changes e Snow Blind.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti