Afterhours, "Hai paura del Buio?": la riedizione del disco capolavoro - Intervista
Universal
Afterhours, "Hai paura del Buio?": la riedizione del disco capolavoro - Intervista
Musica

Afterhours, "Hai paura del Buio?": la riedizione del disco capolavoro - Intervista

Brani rimasterizzati e collaborazioni con Bennato, Finardi, i Ministri, Giuliano Sangiorgi e molti altri.

"Certo, per noi Hai paura del buio? è un punto di riferimento: è il disco che ci ha permesso di uscire dal limbo in cui purtroppo si trovavano e si trovano molti musicisti italiani. Da quel momento in poi la musica è diventata il nostro lavoro, senza più bisogno di impieghi saltuari".

Giorgio Prette è il batterista degli Afterhours dai primi Anni Novanta. Hai paura del buio? è uscito nel 1997 ed è considerato l'album capolavoro della band milanese. Un album che ha ottenuto da allora ad oggi consensi e riconoscimenti entusiasti e che ora torna in una versione remaster arricchito da nuove versioni dei brani interpretati con ospiti italiani e non solo. 

"Abbiamo deciso di festeggiare il disco e di farlo rivivere grazie alle collaborazioni con altri artisti" spiega Giorgio. "Nelle nuove versioni ci sono gli Afghan Whigs, Mark Lanegan, Joan as police woman, i Ministri, Edoardo Bennato (guarda il clip backstage di 1.9.9.6. ) , Eugenio Finardi, Samuel dei Subsonica e molti altri. racconta a Panorama.it.

"Sono musicisti di estrazione diversa e di generazioni diverse, ma la cosa che ci ha inorgoglito è che tutti hanno mostrato affetto verso le nostre canzoni e in generale verso questo disco. Uno degli aspetti più interessanti di queste nuove registrazioni è che anche gli artisti internazionali hanno scelto di cantare in italiano. Un gesto d'amore per la nostra lingua, non era una scelta scontata" spiega. 

Da anni gli album della band entrano regolarmente nella Top Ten, ma quella degli Afterhours è principalmente una storia live (vedi le date del tour ): "Saremo vicini ai mille show, ma non abbiamo un registro delle date così preciso da poter dire questa è la millesima data. In classifica andiamo regolarmente, è vero. ma è chiaro che i concerti sono da sempre la nostra forza. Bisogna poi tenere conto che oggi nelle classifiche digitali per entrare nei primi dieci è sufficiente vendere qualche centinaio di copie. Ci sono artisti assolutamente sconosciuti che vanno nella Top Ten al mattino e che già nel pomeriggio non ci sono più". 

 Il video della campagna "La musica è dal vivo"

Ti potrebbe piacere anche

I più letti