migranti-soccorsi-sicilia
migranti-soccorsi-sicilia
News

Migranti, come funzionerà la nuova guardia costiera europea

Il sistema comune di gestione delle frontiere esterne conterà su almeno 1.500 specialisti e istituirà un ufficio rimpatri

I ministri degli Interni dell'Ue hanno approvato il progetto di istituzione di una Guardia costiera e di frontiera europea per una migliore gestione dei confini esterni dell'Unione europea.

Il via libera apre le porte ai negoziati con il Parlamento europeo, dove il voto finale è atteso entro giugno così da permettere al dossier di finire sul tavolo dei capi di Stato e di governo, che si riuniranno il 28 giugno. L'obiettivo è di avere il sistema di Guardia costiera pienamente operativa già a settembre.

In questi mesi si metteranno a punto gli aspetti tecnici dell'accordo. "Punto centrale del nuovo sistema di gestione delle frontiere esterne è l'istituzione di un un ufficio europeo per i rimpatri", ha spiegato il ministro dell'Interno, Angelino Alfano. "Il rimpatrio diventa l'elemento centrale della strategia europea, ed è importante perché conferma l'approcio comune" della gestione dei flussi dei richiedenti asilo. L'ufficio per i rimpatri, ha spiegato ancora, verrà creato all'interno della struttura della Guardia costiera e di frontiera, e ogni Paese avrà "punti di contatto nazionali" per lavorare in coordinamento con l'ufficio centrale. 

La guardia costiera e di frontiera europea riunirà l'Agenzia europea per la guardia costiera e di frontiera istituita da Frontex (l'agenzia Ue per il controllo delle frontiere esterne) e le autorità degli Stati membri responsabili della gestione delle frontiere. La nuova Guardia costiera e di frontiera avrà una squadra di intervento "rapido" di guardie costiere.

L'Agenzia potrà contare su almeno 1.500 esperti, il cui intervento potrà essere dispiegato entro tre giorni. La Guardia costiera e di frontiera avrà un ruolo di monitoraggio e sorveglianza attraverso un centro di monitoraggio e analisi dei rischi per controllare i flussi migratori verso l'Unione europea e al suo interno. (AGI) 

Getty Images
Alcuni attivisti si attaccano alla catena di ancoraggio di un traghetto mentre cercano di interferire con la deportazione dei migranti pakistani in Turchia dal porto di Mitilene sull'isola greca di Lesbo il 8 aprile, 2016 / AFP / Stringer ( Photo credit should read STRINGER / AFP / Getty Images )
Ti potrebbe piacere anche

I più letti