Adesso Marine vuole coalizzare gli euroscettici
Getty
Adesso Marine vuole coalizzare gli euroscettici
News

Adesso Marine vuole coalizzare gli euroscettici

Le elezioni municipali sono solo l’antipasto per la leader della destra francese. Che prepara un’ampia alleanza anti-Bruxelles.

Era una tempesta annunciata. Eppure ha preso tutti alla sprovvista: tanto il partito del presidente François Hollande, che puntava su un sostanziale pareggio, quanto l’Ump, che pure aveva ambizioni limitate (qualche trofeo di guerra da presentare agli elettori in attesa del ritorno del grande capo, Nicolas Sarkozy). Invece, tutti conoscono la fine della vicenda: i socialisti hanno perso 155 città e 15 comuni sono passati al Fronte nazionale. Non sarà nata una terza forza di governo, come piace dire a Marine Le Pen, ma di certo l’estrema destra arriverà alle elezioni europee di fine maggio con una credibilità e delle responsabilità che finora non aveva mai avuto.

Per questo il presidente del Fronte nazionale è diventata la figura carimastica di punta di una sorta di Internazionale antieuropeista che ora punta a invadere il parlamento di Strasburgo. È un’alleanza in profonda mutazione, che si fonda sui contatti storici che il partito della Le Pen ha stretto dai primi anni Duemila con i movimenti populisti delle Fiandre, dei Paesi Bassi e dell’Austria, ma che ora si vorrebbe allargare anche all’Italia.

Da un lato potrebbe integrare la Lega Nord e dall’altro il Movimento 5 stelle. Il partito di Matteo Salvini ha già detto di voler entrare nella futura casa delle destre anti-Bruxelles. Quello di Beppe Grillo invece ha rifiutato ogni avance, preferendo una strategia indipendente, lontano dagli eredi austriaci di Haider e dal carismatico olandese Geert Wilders.

Il fronte è senza dubbio eterogeneo, ma può trovare in Marine Le Pen una leader con un risultato politico di successo, che punta su una sua visione della giustizia sociale e sul rifiuto della globalizzazione. Il voto dei francesi alle amministrative, quindi, non ha punito solo Hollande, ma ha dato un segnale forte a tutta l’Europa. A condurre il ballo del 25 maggio sarà una donna: Marine.

Leggi Panorama Online

Ti potrebbe piacere anche

I più letti