News

Lo confesso, a volte la Guardia di Finanza è meglio di un orgasmo

La pressione fiscale in Italia è troppo alta. Ma chi non dichiara fa concorrenza sleale e va punito severamente

Guardia di finanza

Quando vedo sfrecciare per le strade delle grandi capitali del lusso come Cortina le macchine della Guardia di Finanza, devo essere sincero, godo come un pazzo.
L'eccitazione spropositata che mi provoca quella macchina dai colori così insulsi e sciapi,  è determinata dal fatto che gli uomini del Generale di corpo d'armata Saverio Capolupo, ogni volta che fanno uno dei loro spettacolari blitz scoprono un evasore e combattono così la concorrenza sleale.

Il punto è proprio questo far vedere la presenza dello Stato e mettere i commercianti e gli imprenditori di concorrere nel libero mercato sfidandosi a colpi di eccellenza e non di furberie. Perché è evidente a chiunque che il gioiellerie di Cortina che non fa lo scontrino fiscale, rispetto al suo concorrente che invece da bravo pirla lo fa, trae un vantaggio illecito non certo grazie alle sue abilita di gioielliere ma grazie alle doti di furbetto. Negli Stati Uniti l'evasore e considerato socialmente una persona spregievole, un uomo che ha violato le regole sacre del mercato: la concorrenza. Da noi invece l'evasione è considerata una cosa quasi fisiologica per difendersi dalle iniquità dello Stato ladro.

Certo, avere la più alta pressione fiscale dell'area euro, senza servizi adeguati farebbe incazzare pure il più Pacifico dei monaci tibetani, ma ciò non toglie che uno Stato equo e serio combatta  con tutti i mezzi disponibili la piaga Dell evasione. Ad oggi pero, oltre agli arrazzanti blitz dei militari della Gdf, i dati segnalano un nuovo incremento della fuga di capitali all'estero. Tornano i cosiddetti spalloni, molto più sicuri della costruzione di ardite società finanziarie con sede nei paradisi fiscali. Non c'è governo Monti che tenga, siamo condannati all'evasione e all'elusione fiscale. Forse l'unica strada per ricreare un po' di fiducia tra lo Stato esattore ed il cittadino contribuente, sarebbe quella di abbassare le tasse e contestualmente inasprire la lotta all'evasione. È l'uovo di Colombo di cui tutti parlano ma che nessuno mette in atto.

© Riproduzione Riservata

Commenti