Getty Images
News

La grande truffa del latte artificiale, arrestati i pediatri

I medici davano consigli "pilotati" alle neo mamme per potersi aggiudicare viaggi e regali messi a disposizione dalle case farmaceutiche

“Il latte materno fa male”. Non è il risultato di uno studio innovativo condotto da una prestigiosissima università americana ma il brillante escamotages utilizzato da alcuni medici pediatri e primari degli ospedali delle province di Livorno e Pisa per “aggiudicarsi” viaggi e regali costosissimi.

Per potersi guadagnare vacanze in rinomate mete turistiche da Sharm el Sheik all’ India, dagli Stati Uniti a Parigi, Londra e Istanbul ma anche Crociere nel Mediterraneo e Nord Europa, i medici suggerivano alle neo mamme di non utilizzare il latte materno ma di somministrare latte artificiale in quanto più ricco di quelle sostanze nutritive che avrebbero agevolato e migliorato la crescita del loro bambino.

Un giro di mazzette per centinaia di migliaia di euro utilizzati per pagare ai medici anche smartphone, computer, condizionatori per le abitazioni private e televisori oltre ovviamente ai viaggi.

E’ stata una segnalazione anonima arrivata ai carabinieri del Nas di Livorno nel giugno dell'anno scorso a far scattare le indagini che questa mattina hanno portato all’arresto di 12 pediatri, tra cui due primari, 5 informatori scientifici e di un dirigente d'azienda con l'accusa di corruzione.

Le aziende avevano architettato un sistema complessissimo per giustificare gli ingenti esborsi di denaro sostenuti per finanziare questi lussuosissimi regali. A finire nell’inchiesta anche un'agenzia di viaggi della città della Torre Pendente che effettuava false fatturazioni a pediatri per congressi ai quali non avevano mai partecipato e emettendo altri buoni per soggiorni-vacanza da usufruire personalmente.

''Non bastano gli aggettivi per descrivere la gravità di questo genere di azioni - commenta il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin- mi chiedo come possano medici pediatri andare contro l'etica della professione, contro unanimi pareri scientifici e contro le indicazioni del Ministero della Salute per convincere le mamme ad usare latte artificiale in polvere al posto di quello materno. Il tutto per guadagnare regali di lusso e viaggi gratuiti, sulla pelle di bambini appena nati''.

Ti potrebbe piacere anche