La politica costa 23 miliardi all'anno
La politica costa 23 miliardi all'anno
News

La politica costa 23 miliardi all'anno

Il III rapporto Uil: «Una somma pari a 757 euro medi annui per contribuente, che pesa per l'1,5% sul Pil»

I costi della politica, diretti e indiretti, ammontano in Italia a 23,2 miliardi di euro tra funzionamento di organi istituzionali, società pubbliche, consulenze e costi «derivanti dalla sovrabbondanza del sistema istituzionale». È quanto stima la Uil nel III rapporto 'I costi della politica'. «Una somma - si legge nel rapporto - pari a 757 euro medi annui per contribuente, che pesa per l'1,5% sul Pil». Sostiene Angeletti: «Un milione di persone vivono di politica:  quasi il 5 per cento della forza lavoro. Ridurre questo numero si può anche attraverso una riforma della Costituzione».

La proposta del sindacato è quella di procedere con una riforma che possa far risparmiare 7,1 miliardi di euro. Tra i punti analizzati dalla Uil: accorpamento dei 7400 comuni sotto i 15mila abitanti (risparmio di 3,2 miliardi di euro); riduzione delle spese di «Funzione generale di amministrazione» (anagrafe, segreteria generale, stato civile, uffici elettorali, uffici tecnici) che costa ogni anno allo Stato oltre 15 miliardi di euro.

Un capitolo a parte spetta alle province: «Se la loro spesa fosse indirizzata esclusivamente ai compiti che la legge gli attribuisce», continua il rapporto, «il risparmio sarebbe di 1,2 miliardi di euro annui. Infatti, già da qualche anno a questa parte, è iniziata una cura dimagrante che ha portato il livello della loro spesa dai 14,1 miliardi di euro del 2008 agli 11,6 miliardi di euro del 2012» ha detto Angeletti.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti