Grillo e la crisi della prevendita
Andreas Solaro/Getty Images
Grillo e la crisi della prevendita
News

Grillo e la crisi della prevendita

La battuta di Renzi nasconde una mezza verità: le prevendite dell'ultimo spettacolo del comico ligure non brillano, anzi

Più che le massime di De Gasperi e La Pira, Matteo Renzi deve aver mandato a memoria la strategia di José Mourinho, che si studiava diabolicamente i punti deboli degli interlocutori per poi colpirli pubblicamente, informatissimo e senza pietà. E in effetti lo “special one incaricato” oggi ha messo in pratica gli insegnamenti del maestro portoghese in occasione delle consultazioni fallimentari con Beppe Grillo, trasformatesi in una mitragliata d’insulti e discredito lunga dieci minuti partita dalla bocca del leader Cinque stelle: «Tu rappresenti i poteri forti: dici una cosa, poi la smentisci il giorno dopo». Oppure: «Sei una persona non credibile».

Per concludere: «macchietta!». Filotto al quale Renzi, con tabulati Siae ben nascosti sotto la scrivania, ha risposto: «questo non è il trailer del tuo show caro Beppe. Mi sa che sei in difficoltà con le prevendite». Concetto ribadito anche a mente fredda, al termine dell’incontro, in conferenza stampa. E in effetti, le otto date del Te la do io l’Europa tour che partirà da Catania il prossimo 1 aprile sono tutt’altro che sold out. Oltre mille i posti ancora disponibili (su un totale di tremila) al teatro  Linear4ciack di Milano ad esempio, città che una volta divorava le prevendite mentre oggi preferisce Alessandra Amoroso e i Modà (dato antropologico: sono andate a ruba le prime file, più costose, mentre rimangono invenduti per ora i posti popolari).

Molti settori vuoti anche ad Ancona, dove i responsabili del Teatro Puccini invitano chi chiama per informazioni a prenotare “con tutta calma”. Calma predicata anche al Palapartenope di Napoli dal rivenditore Boxol.it, che offre posti liberi a centinaia per il settore centrale e la tribuna. Idem all’Unipol arena di Casalecchio di Reno, dove i seggiolini senza cittadino abbinato sono ancora 2mila per la data del 10 aprile. A un certo punto, in piena schermaglia, Renzi ha persino tentato d’imbonire l’avversario: «io ero uno di quelli che pagava il biglietto, per venirti a vedere». Tranquillo Matteo: per la data del 12 aprile al Mandela Forum di Firenze, dalla fila 11 in poi, posto ce n’è a bizzeffe.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti