Esteri

Zimbabwe: l'assassino del leone Cecil non sarà incriminato

Il dentista che lo scorso luglio uccise il simbolo del principale parco nazionale del Paese aveva "tutti i permessi in regola"

Ilwalter-palmer-cecil-leone-zimbabwe

Redazione

-

Non sarà incriminato il dentista americano che nel luglio scorso uccise il leone Cecil, simbolo del parco nazionale Hwange, nello Zimbabwe.

Lo ha annunciato il ministro dell'Ambiente del Paese africano, spiegando che Walter Palmer aveva "tutti i permessi in regola" per effettuare la battuta di caccia.

Il ministro, Oppah Muchinguri-Kashiri, ha sottolineato che il governo ha eseguito le verifiche con la polizia e con il procuratore generale ed è emerso che il dentista era autorizzato.

L'uccisione di Cecil, leone maschio di 13 anni morto dopo 40 ore di agonia, suscitò sdegno in tutto il mondo.

Palmer, un dentista 55enne di Minneapolis, al rientro in patria era stato braccato e minacciato dagli animalisti ed era stato costretto a nascondersi per oltre un mese e mezzo per sottrarsi a possibili rappresaglie.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Zimbabwe: è un dentista americano il killer del leone Cecil

Rivelata l'identità del ricco turista che si è fatto organizzare l'illegale e insensato safari da due bracconieri ora a processo

Zimbabwe, parte la caccia all'assassino del leone Cecil

Cecil, il "Re leone" ucciso da un dentista

Il mondo piange Cecil e dimentica gli orrori di Mugabe

Il dentista americano è sotto assedio, ma nessuno ha fiatato quando il dittatore dello Zimbabwe si è mangiato leoni ed elefanti per il suo compleanno

Dopo la morte di Cecil 3 compagnie aeree dicono no ai trofei di caccia

Volando con Delta, American e United sarà vietato portarsi a casa il "bottino" della caccia grossa

Il cacciatore di Cecil: "Se avessi saputo che aveva un nome, non l'avrei colpito"

Walter Palmer, il desntisa Usa responsabile della morte dell'animale simbolo dello Zimbabwe, nega di aver agito in maniera illegale

Commenti