Esteri

Usa 2016, oggi SuperTuesday: Cruz-Kasich contro Trump? E intanto Salvini...

Alla vigilia del SuperMartedì nel nord-est, il segretario della Lega incontra Trump, e tra i repubblicani si ipotizzano nuovi assetti

Matteo Salvini incontra Donald Trump

Redazione

-

Alla vigilia del SuperMartedì durante il quale ad andare al voto saranno Pennsylvania, Maryland, Delaware, Connecticut e Rhode Island, sembra già tramontata l'alleanza tra il senatore del Texas, Ted Cruz, e il governatore dell'Ohio, John R. Kasich, per mettere i bastoni tra le ruote a Donald Trump che deve raggiungere il "numero magico" 1.237 di delegati per aggiudicarsi la nomination repubblicana alle presidenziali.

I due rivali avevano annunciato un coordinamento delle rispettive strategie politiche per contrastare l'ascesa, che sembra ormai inesorabile, del magnate newyorkese. Il responsabile della campagna elettorale di Cruz, Jeff Roe, aveva dichiarato che il senatore avrebbe "concentrato le sue forze in Indiana" dove si vota il 3 maggio, spianando la strada al governatore Kasich in Oregon e New Mexico, dove le elezioni si terranno rispettivamente il 17 maggio e il 7 giugno.

Trump: più che un'alleanza quella è una collusione

"Non bisogna mai dire agli elettori per chi votare", ha assicurato Cruz, "stiamo semplicemente lasciando che la gente sappia dove concentreremo il nostro tempo e le nostre risorse". Ma ieri, alla chiusura della sua campagna a Philadelphia, Kasich aveva dichiarato che "non ho mai detto agli elettori dell'Indiana di non votare per me", anzi "loro dovrebbero votare per me", spiegando che stava evitando l'Indiana solo perché aveva risorse economiche "limitate", a differenza di Cruz che ha 8,8 milioni di dollari a portata di mano mentre il governatore dell'Ohio ne ha 1,2 milioni. E mentre le apparizioni pubbliche del governatore sono state cancellate nello stato, Kasich dovrebbe partecipare oggi a un evento di raccolta fondi al Columbia Club a Indianapolis e ha in programma una serie di incontri con i repubblicani dello stato, tra cui il governatore Mike Pence.

Intanto Trump, che ha schernito i suoi avversari e battezzato l'alleanza come "una collusione", ora si gode la tensione tra Cruz e Kasich che, secondo il magnate newyorkese, dimostra "quanto deboli siano".

Affettuosità politiche

Lo ha scritto su Twitter il segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, pubblicando una fotografia che lo ritrae assieme al candidato repubblicano alla nomitation alle presidenziali americane, Donald Trump.

Sul profilo ItalyForTrump, blog a sostegno del magnate repubblicano, si legge che i due si sono incontrati a Filadelfia, a margine di un comizio elettorale in Pennsylvania.

Tra loro si è tenuto un colloquio di circa 20 minuti. Una fotografia sul blog mostra inoltre Salvini seduto tra il pubblico, mentre come molti altri sostenitori del repubblicano mostra il cartello con lo slogan Trump. Make America Great Again. "Ti auguro di diventare presto il premier italiano", ha detto l'americano a Salvini, che a sua volta gli ha augurato di essere eletto presidente a novembre.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Elezioni Usa 2016, primarie e caucus: cosa sono e come funzionano

I giochi sono ormai fatti anche se manca ancora la maggioranza aritmetica: Hillary Clinton sfiderà Donald Trump

Elezioni Usa: Clinton e Trump vincono a New York

I risultati delle primarie confermano le previsioni. Ora l'ex segretario di Stato, che ha staccato Sanders di 15 punti, vede il traguardo

Primarie Usa: rischio implosione per democratici e repubblicani

Clinton e Trump hanno in tasca la nomination. Ma rischiano di trovarsi due partiti a pezzi in vista della corsa per la Casa bianca

USA 2016, primarie: foto di una lunga corsa

Il calendario e i risultati di Repubblicani e Democratici dopo le consultazioni in West Virginia e Nebraska. Il 17 maggio si vota in Oregon e Kentucky

Commenti