Esteri

Ucraina, dialogo in vista tra Kiev e i ribelli?

Mentre, di ora in ora, sale il bilancio delle vittime e dei feriti, sembra che ci saranno presto contatti tra il governo ucraino e i separatisti del sud-est

Scontri polizia/nazionalisti a Kiev

Redazione

-

Stando a quanto ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov all'agenzia Tass, a breve dovrebbe avvenire un incontro tra i ribelli e il governo di Kiev. Nel suo intervento, Lavrov ha anche sottolineato che Mosca farà tutto il possibile per riprendere il processo di pace che Kiev - secondo il capo della diplomazia russa - tenta di fermare con l'uso della forza.

Intanto, aumentano le preoccupazioni dei leader europei per un'escalation degli scontri. Dopo i timori e gli inviti a porre fine al conflitto espressi da Papa Francesco e da Barack Obama, sono intervenuti anche la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente Hollande.

Nelle conversazioni telefoniche con il presidente russo Putin e con quello ucraino, la leader tedesca ha "espresso le sue condoglianze per le recenti vittime tra la popolazione civile nell'est", definendo il bombardamento sulla cittadina di Mariupol che nel fine settimana ha ucciso 30 civili, con le due parti in conflitto che si sono scambiate accuse reciproche sulle responsabilità della strage, "una chiara violazione del cessate il fuoco, che non può essere in alcun modo giustificata".


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

In Ucraina ricomincia la guerra

Kiev annuncia l'ingresso nel sud-est del paese di carri armati, cannoni e camion da trasporto provenienti dalla Russia

L’Ucraina e il tentativo americano di deporre Putin

Con il rublo e il prezzo del petrolio in caduta insieme al peso delle sanzioni, l’economia di Mosca potrebbe vacillare

Ucraina, la strage nel mercato attaccato dai filorussi

Almeno 30 morti nel bombardamento a Mariupol. Il "New York Times": ancora in azione le truppe russe con le uniformi verdi senza segni di riconoscimento

Commenti