Redazione

-

È salito a 85 morti il bilancio delle alluvioni che nell'ultimo mese, a partire dal 1° gennaio, hanno colpito il sud della Thailandia. Lo ha annunciato ieri sera il dipartimento governativo per la prevenzione dei disastri naturali. Secondo il responsabile del dipartimento, Chatchai Promlert, le piogge monsoniche fuori stagione hanno causato danni o disagi a 1,7 milioni di persone, colpendo 580 mila case in 12 province meridionali, oltre a 2.300 scuole. 

Nelle parole del Primo ministro Prayuth Chan-ocha si tratta delle "peggiori precipitazioni in oltre trent'anni" per il Paese, colpito da piogge torrenziali fuori stagione. In Thailandia la stagione dei monsoni va infatti normalmente da giugno a novembre.

Nel corso delle settimane, importanti vie di comunicazione stradali e ferroviarie sono divenute inagibibi, diversi ponti sono crollati, alcuni aeroporti regionali sono stati chiusi temporaneamente e in diverse aree si è interrotta la fornitura di energia elettrica. Mentre in alcune zone il tempo è migliorato nell'ultima settimana, sette province rimangono ancora in gran parte sott'acqua, e in cinque di queste sono previste ulteriori precipitazioni nei prossimi due giorni. (ANSA)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Chi è Maha Vajiralongkorn, il nuovo re della Thailandia - FOTO

Due mesi dopo la morte del padre, che ha regnato per 70 anni, il principe ereditario ha accettato il trono. Una vita di eccessi, coperta da una severissima censura

Thailandia, il saluto degli elefanti al re defunto - Foto

Una parata in omaggio a re Bhumibol Adulyadej, scomparso il 13 ottobre. In suo onore il Paese osserverà il lutto per un anno

Thailandia, il lungo addio al re Bhumibol Adulyadej - FOTO

Durerà un anno il lutto per il sovrano, simbolo dell'unità della nazione. Proclamato protempore Prem Tinsulanonda, il presidente del consiglio privato reale

Thailandia, la danza tradizionale Khon

L'antico dramma danzato con uso di maschere, risalente al XV secolo, immortalato ad Ayutthaya

Commenti