Chiara Degl'Innocenti

-

Continua ad allungarsi la lista di attentati terroristici che con frequenza sempre crescente insanguinano l'Europa

Di seguito ecco una lista dei principali attacchi perpetrati negli ultimi due anni nel vecchio continente:

17 AGOSTO 2017, Barcellona

In aggiornamento

Un uomo alla guida di un furgone bianco si è lanciato sulla folla che passeggiava lungo la Rambla di Barcellona, provocando secondo l'ultimo bilancio prime notizie la morte di tredici persone e ferendone molte altre.

6 GIUGNO 2017, Parigi

Un uomo di origine algerina di circa 40 anni ha aggredito con un martello un agente della polizia municipale davanti alla Cattedrale di Notre-Dame gridando: "Questo è per la Siria". Il poliziotto è stato colpito al collo di striscio ma l'allarme è stato tale che per ore circa 1000 persone sono state costrette a restare all'interno della cattedrale per sicurezza. 

3 GIUGNO 2017, Londra

Alle 22,07 ora locale un pulmino in movimento ad alta velocità investe i passanti a London Bridge, proseguendo poi la sua folle corsa fino a Borough High Street per schiantarsi fuori dal pub Barrow Boy. Tre uomini dalle fattezze mediorentali saltano fuori dall'abitacolo con grossi coltelli e, nella fuga, iniziano a prendere a coltellate a caso le persone sulla strada, uccidendone 7 e ferendone altre 48, prima di essere a loro volta uccisi. 

22 MAGGIO 2017, Manchester

Un attentatore suicida di nome Salman Abedi, 23 anni, cittadino britannico di origini libiche, si fa esplodere all'interno della Manchester Arena di Manchester, in Inghilterra, al termine del concerto della cantante statunitense Ariana Grande. L'attacco provoca 22 morti e 122 feriti. L'indomani il gruppo Stato islamico rivendica l'attentato.

20 APRILE 2017, Parigi

Alla vigilia delle elezioni presidenziali, lungo gli Champs-Élysées a Parigi, nei dintorni dell'Arco di Trionfo, un uomo apre il fuoco in tarda serata contro alcuni agenti di polizia, uccidendone l'agente Xavier Jugelé e ferendone altri 2.

7 APRILE 2017, Stoccolma

Nel pieno centro di Stoccolma, lungo la via pedonale Drottninggatan, un camion travolge la folla causando la morte di 5 persone, per poi schiantarsi infine contro la vetrina di una catena di supermercati. 

3 APRILE 2017, San Pietroburgo

Un attacco terroristico colpisce la metropolitana di San Pietroburgo, in Russia: l'esplosione di un ordigno all'interno di un vagone che sta percorrendo una galleria causa la morte di 14 persone e il ferimento di altre 47. Il sospetto attentatore è il russo di etnia uzbeka Akbarzhon Jalilov, nato in Kirghizistan.

22 MARZO 2017, Londra

In un attacco terroristico davanti al Parlamento britannico a Londra muoiono 5 persone e altre 40 rimangono ferite. La dinamica è sempre la stessa: un'auto a tutta velocità si lancia contro la folla (come i camion di Nizza e Berlino) e un agente viene accoltellato a morte (come i due poliziotti di Magnanville, paesino nelle vicinanze di Parigi). A causare la carneficina un uomo armato di coltello che ha tentato di fare irruzione attraverso i cancelli del compound del Parlamento prima con il suo suv e poi a piedi. 

19 DICEMBRE 2016, Berlino

Un camion si va a schiantare contro un mercato di Natale invadendo il marciapiede in Breitscheidplatz a Berlino, nei pressi della Chiesa del Ricordo. Si contano 12 morti e 48 feriti.

13 GIUGNO 2016, Magnanville

Un comandante di polizia di 42 anni, sposato e padre di un bambino, viene freddato con nove coltellate a Magnanville, nell’Île-de-France, mentre tornava a casa. Al momento dell’attacco la vittima, che lavorava come vice capo di unità di polizia autostradale a Les Mureaux, era in abiti civili. Il cadavere della moglie del poliziotto, anche lei funzionario del ministero dell’Interno, è stato trovato in casa, mentre il figlio di 3 anni è stato messo al sicuro dalla polizia. L'attacco viene rivendicato dall'Isis.

14 LUGLIO 2016, Nizza

Sono 86 i morti e circa 130 i feriti, di cui una quarantina gravissimi, nell'attacco condotto a Nizza da un pesante camion che ha falciato la folla per 2 km sul lungomare della Promenade des Anglais, poi ucciso dalla polizia.

GIUGNO 2016 

Le autorità britanniche comunicano di aver sventato 7 attacchi terroristici legati all'Isis. A dirlo l'allora ministro dell'Interno, Theresa May, riferendo alla Camera dei Comuni dopo gli attacchi di Bruxelles.

22 MARZO 2016, Bruxelles

31 morti e circa 300 feriti in una raffica di attentati compiuti a Bruxelles e rivendicati dall'Isis: due all'aeroporto Zaventem e uno alla stazione della metro di Maalbeek.

13 NOVEMBRE 2015, Parigi

130 le vittime di tre attacchi coordinati a Parigi e dintorni. Tre kamikaze si fanno esplodere vicino allo Stade de France, morto un passante; 39 vittime nell'11/o arrondissement, uccise a colpi di kalashnikov sparati contro diversi bar e ristoranti; 90 uccisi da un commando kamikaze nella sala concerti Bataclan.

14 FEBBRAIO 2015, Copenaghen 

Sparatoria in un caffè di Copenaghen, in Danimarca, con un morto e tre feriti durante un convegno sulla libertà d'espressione organizzato dall'artista Lars Vilks, autore di numerose caricature del profeta Maometto nel 2007. Poche ore dopo una seconda sparatoria vicino a una sinagoga, con un bilancio di 3 feriti.

7 GENNAIO 2015, Parigi 

Sono 12 i morti nell'attacco compiuto da due terroristi islamici nella sede del giornale satirico Charlie Hebdo, a Parigi. Due giorni dopo, il 9 gennaio il terrorista Coulibaly prende in ostaggio una decina di persone e ne uccide quattro in un supermercato kosher a Vincennes. 

(Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta il 23 marzo 2017. L'ultimo aggiornamento è del 5 giugno 2017)

© Riproduzione Riservata

Commenti