10 cose che gli americani non comprano più

Cambiano le abitudini (soprattutto alimentari) e di conseguenza calano le vendite di alcuni prodotti. Ecco la classifica di Time

– Credits: Getty Imagines / Justin Sullivan

Michele Zurleni

-

Ci sono prodotti (soprattutto alimentari) che gli americani non comprano più. Per diversi motivi: cambiano le abitudini, le mode propongono altro, i nuovi stili di vita impongono altri beni d'acquisto.

Questa è la classifica dei 10 prodotti le cui vendite sono in declino in America proposta da Time

CEREALI

Le ultime rilevazioni di mercato dicono che la vendita dei cereali è calata del 7%. Per il colosso Kellog's, le perdite sono ancora maggiori: - 10%.. Le cause ? Diverse. Secondo il Wall Street Journal, i consumatori preferiscono ora prodotti come yogurth o merendine perché hanno meno tempo per sedersi al tavolo di casa e fare una tranquilla colazione prima di andare al lavoro. C'è un'altra ragione: gli americani vogliono un cibo più proteico. Non è un caso che le vendite del latte di mucca siano calate insieme al consumo dei cereali mentre siano salite quelle del latte di soia e del latte di soia.

SODA

Il declino delle bibite carbonate è iniziato da tempo. Gli americani preferiscono quelle energetiche e comprano di meno le "vecchie" bevande a base di carbonato di sodio e di caffeina. Lo sa bene la Coca Cola che ha visto significative perdite, soprattutto per alcuni prodotti come la Diet Coke. Il declino è anche la conseguenze di alcune campagne per l'alimentazione corretta, prima tra tutte quelle di Michelle Obama contro l'obesità. Con Drink Up, la First Lady invita i giovani americani a bere più acqua e meno bibite piene di zuccheri. Il messaggio è passato.

GOMME DA MASTICARE

La battaglia contro gli zuccheri e i sempre più alti conti da pagare  dal dentista hanno portato gli americani a mangiare anche meno caramelle e a masticare meno chewing gum. Le vendite sono calate dell'11% in quattro anni. Una percentuale significativa.

ARMI

Ogni volta che si parla di stretta sul controllo delle armi (come si è fatto in quest'ultimo anno, dopo la strage di Newtown) le vendite delle armi s'impennano. C'è la corsa all'acquisto prima delle possibili restrizioni. Quando poi le polemiche scemano, quando il dibattito torna alla normalità, le vendite di armi seguono lo stesso destino: calano. E'accaduto anche negli ultimi mesi. Un boom nelle settimane seguenti l'annuncio di Obama di volere regole più ferree, e poi un fisiologico calo quando queste nuove norme sono state bloccate dal Congresso. Non sembrano esserci segnali di un cambiamento di rotta rispetto al possesso delle armi negli americani. Chi ha comprato ora una pistola o fucile lo farà tra un paio d'anni. Ma lo farà.

PASTICCINI

Il fallimento di Crumbs, la catena di negozi di pasticceria chiusa nelle scorse settimane, è visto da Time come il segno del declino della vendita di massa di dolci gourmet negli Usa. Questo trend è finito.

CHEF BOYARDEE

ConAgra, l'industria alimentare che produce il famoso cibo in scatola, ha annunciato un calo del 7% delle vendite dei suoi prodotti, e di uno in particolare: Chef Boyardee, la pasta in scatola, messo sul mercato 86 anni fa.

ATTREZZATURE DA GOLF

Uno sport esclusivo. Così tanto che sono calate le vendite delle attrezzature negli ultimi mesi. Segnale (forse) che il divario sociale negli Usa è aumentato. Un numero sempre minore di persone poi permettersi di praticarlo. Dick's Sporting Goods ha annunciato che le vendite sono diminuite del 10%.

RASOI

La moda della barba è diventata un problema per le grandi società di produzione di rasoi come Procter and Gamble. Le vendite sono calate da quando i maschi americani hanno scoperto che la barba piace e fa trend. Sarà stato per colpa dei giocatori dei Boston Red Sox e del loro voto per vincere il campionato di baseball, sarà stato per l'esempio fornito dalle star di Hollywood, ma qualche cosa è cambiato nel rapporto tra gli americani e i loro peli facciali. E i rasoi ne hanno fatto le spese,

PANE

Secondo una recente indagine, il 56& dei consumatori americani dice  di acquistare meno pane che in passato. Già le vendite di pane bianco erano state sorpassate da quelle di grano duro nel 2006, ma da quando è aumentata la domanda di prodotti senza glutine, anche queste sono calate. Il calo di vendite di pane è un trend anche in Europa. Non dipende solo dalle nuove abitudini o dalle nuove intolleranze alimentari, ma anche dall'aumento del prezzo del pane. Non è un caso che in molti ristoranti americani, il pane servito in tavolo viene poi portato a casa dal cliente.

CABRIOLET

Dal 2004, la vendite delle cabriolet sono diminuite del 44% negli Usa. Motivo: non sono macchine pratiche e l'acquirente non vede il motivo per cui dovrebbe pagare il sovrapprezzo. Ora, la cabriolet è vista solo come un giocattolo per i più ricchi e per abitanti di stati dove c'è un clima compatibile con una macchina scoperta. Non è un caso che le vendite non siano crollate in California, Texas e Florida.

© Riproduzione Riservata

Commenti