Il kamikaze americano che ha minacciato Obama

Moner Mohammad Abu-Salha è il nome del 22enne americano che è morto in un attacco suicida in Siria. E'stato diffuso un video in cui minaccia l'America e il suo presidente

– Credits: Getty Imagines / Said Khatib

Michele Zurleni

-

Era cresciuto in Florida come un comune teenager americano: amici, sport e la famiglia. Poi è arrivata la fede nell'Islam. Nello scorso maggio, Moner Mohammad Abu-Salha si è fatto saltare in aria guidando un camion pieno di esplosivo, lanciato a tutta velocità contro un ristorante in Siria. Era andato a combattere la jihad contro i lealisti di Assad, primo e finora unico (per quanto si sa) kamikaze americano nella guerra che insanguina il paese mediorientale da anni.

La sua storia è conosciuta. Ora, viene diffuso un video registrato da Moner Mohammad Abu-Salha poco prima dell'attacco che lo ucciderà. E'un documento molto forte. Il giovane minaccia l'America, rivendica la sua felicità nel combattere la jihad e urla a Barack Obama: "Attento, verremo a prenderti". Nel video, il kamikaze saluta la madre, il padre (un americano di origini palestinesi) e il fratello. Urla ai suoi connazionali : "Voi non siete felici, non sarete mai felici. Quando io ero in America non ero felice, ero molto frustrato."

La cosa che ha allarmato di più dopo la diffusione del video è che le autorità americane si sono accorte che il giovane dopo un primo periodo di addestramento in Siria era tornato perdiverso tempo negli Usa. Una vera e proprio minaccia in casa.  E se avesse tentato o addirittura attuato le minacce che nel video rivolge a Barack Obama? Esistono già casi di cittadini americani che sono andati a combattere con i jihadisti. Quello di Moner Mohammad Abu-Salha è particolare: è il primo kamizake americano che muore in Siria e lascia in un video il suo "testamento" ideologico.

   
© Riproduzione Riservata

Commenti