Redazione

-

Entrata in vigore il 27 febbraio scorso, la prima tregua ufficiale in 5 anni di guerra in Siria sembra tenere.

Anche se in diverse parti del Paese continuano gli scontri, che in particolare vedono in campo alcuni gruppi radicali come Jabhat al-Nusra o Ahrar al-Sham, il cessate il fuoco ha permesso a molte persone di ricominciare a frequentare le strade, riprendere le attività lavorative e scolastiche e addirittura di tornare per strada a protestare contro il regime.

LA GUERRA in SIRIA, tutti i post.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Siria: lo Stato islamico perde ancora terreno

Dopo Palmira l'Isis è costretto al ritiro anche da Al Qaryatain, mentre avanzano durante la tregua le truppe di Assad

Siria, perché gli Alawiti dicono basta ad Assad

Il documento di alcune delle principali famiglie della setta - alla quale appartiene anche il presidente - potrebbe rappresentare la svolta

Putin in Siria: la strategia della propaganda

La guerra per rinforzare il potere in Russia, dove l'economia peggiora e il consenso dipende molto dal nazionalismo. Il ruolo di freno spetta alla Nato

Siria: il significato politico-militare della riconquista di Palmira

La ripresa del controllo della città da parte delle truppe siriane non ha solo un valore simbolico per il suo patrimonio archeologico

Commenti