Esteri

Russia, fermati quattro terroristi dell'Isis: volevano colpire Mosca

Tra gli arrestati, cittadini russi e dell'Asia centrale. Stavano preparando una serie di attacchi alla rete di trasporti cittadina

san-pietroburgo-bomba

I servizi di sicurezza russi (Fsb) hanno fermato a Mosca quattro presunti terroristi dell'Isis, che stavano preparando attacchi sulla rete dei trasporti della città. Lo ha annunciato l'Fsb come riporta l'agenzia Ria Novosti.

- LEGGI ANCHE: Attentato a San Pietroburgo: la pista islamista

Il gruppo fermato comprende cittadini russi e dei paesi dell'Asia centrale. Durante le perquisizioni, le forze di sicurezza hanno trovato nelle abitazioni dei quattro uomini un laboratorio per la fabbricazione di esplosivi, un ordigno artigianale, armi da fuoco, munizioni, granate, letteratura e video di carattere estremistico e terroristico. Secondo l'Fsb, i presunti terroristi prendevano ordini dalla Siria. "I terroristi pianificavano di andare in Siria, dopo aver compiuto l'attentato, per prendere parte alle ostilita' nelle fila dell'organizzazione terroristica internazionale Isis", hanno riferito i servizi di intelligence russi nel loro comunicato.

© Riproduzione Riservata
tag:

Leggi anche

Attentato di San Pietroburgo, arrestato presunto addestratore del kamikaze

Abror Azimov Akhralovic, di origine centroasiatica, 27 anni, è la nona persona fermata nell'ambito dell'inchiesta sull'attentato - FOTO e VIDEO

Un 22enne kirghiso l'autore dell'attacco di San Pietroburgo

Russia: chi sono le vittime delle bombe a San Pietroburgo

E' di 14 morti e di 49 feriti, di cui 12 in gravi condizioni il bilancio ufficiale dell'attacco terroristico nella metropolitana

Attentato a San Pietroburgo: le testimonianze

Un rumore assordante e poi fumo e odore di carne bruciata. "La gente aveva la pelle a brandelli, c'era sangue dappertutto": è il racconto di un dipendente della metro

Attentato a San Pietroburgo, le reazioni dei social network

Bandiere, candele e simboli russi listati a lutto su Instagram, Twitter e Facebook

Commenti