Redazione

-

Protesta choc di un'attivista del gruppo delle Femen a Parigi contro la visita del presidente iraniano Rohani: la ragazza si è mostrata "impiccata" sotto a un ponte, seminuda, con la bandiera iraniana dipinta sul petto e uno striscione appeso alle spalle che recita "Benvenuto Rohani, boia della libertà". La protesta mira a sottolineare che, come denunciato nell'ultimo rapporto di Amnesty International, dopo la Cina l'Iran è il paese che ricorre più spesso alla pena di morte. L'attivista "impiccata", Sarah Constantin, ha chiesto al presidente Francois Hollande di affrontare il tema dei diritti umani e delle impiccagioni (soprattutto di prigionieri politici) durante l'incontro con Rohani.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Rohani a Parigi: il provincialismo italiano, l'orgoglio francese

Il protocollo diplomatico non si cambia, anche di fronte a un prestigioso ospite: Hollande dà una lezione anche al governo italiano

Rohani fa visita al Papa

L'ironia social sulle #Statue coperte per la visita di Rohani

Ironia e amarezza sui social per la decisione di coprire le statue dei Musei Capitolini, in occasione della visita di Rohani

Hassan Rohani in visita a Papa Francesco - Foto

Il presidente dell'Iran ha parlato con il pontefice di "valori spirituali comuni", accordo sul nucleare e Medio Oriente

Statue coperte per Rohani, è caccia alla responsabile

La censura sulle sculture per la visita del presidente iraniano continua a far discutere. Sotto accusa Ilva Sapora, a capo del Cerimoniale

Commenti