Arlene Foster, leader del Democratic Unionist Party Irlanda del Nord
Esteri

Regno Unito, il Democratic Unionist Party, stampella di Theresa May

Partito nordirlandese anti-Europa, anti-aborto, contro le unioni omosessuali, negazionista sul clima, rivale dei nazionalisti irlandesi del Sinn Féin

Il Democratic Unionist Party è il partito nord-irlandese che con i suoi 10 seggi è decisivo per permettere a Theresa May di formare il nuovo governo del Regno Unito.

Alle elezioni dell'8 giugno, in Irlanda del Nord sono stati eletti 18 parlamentari che rappresenteranno a Londra le contee del Regno Unito sull'isola.


Il Dup - partito irlandese che vuole l'Irlanda del Nord rigorosamente britannica - ne ha ottenuti 10, 2 più che nelle elezioni del 2015. Sette sono invece andati al Sinn Féin (+3), il partito rivale del Dup, orientato verso il nazionalismo irlandese e la Repubblica di Dublino.

Il Dup è il partito storicamente più grande dell'Irlanda del Nord, ed è il più ostile all'Europa di tutto il panorama del regno Unito, Ukip a parte. Lo scorso anno era decisamente per la Brexit, si è espresso per una uscita "hard" dall'Unione nei negoziati, e durante l'ultima campagna elettorale ha più volte ribadito esplicitamente la sua ostilità nei confronti di ogni ipotesi di referendum per unire l'Irlanda del Nord alla Repubblica.

È una formazione marcatamente orientata verso destra, con punte di radicalismo estremo sulle questioni riguardanti i diritti civili, come l'aborto e i matrimoni omosessuali, dove mostra sovente posizioni e linguaggio apertamente reazionari.

Ian Paisley jr, figlio del fondatore del partito, si è distinto per affermazioni omofobiche grottesche, dicendo che l'omosessualità è "immorale, offensiva e odiosa", arrivando a lanciare una campagna per salvare "l'Ulster da Sodoma". Nel Dup anche un nutrito gruppo di "creazionisti" che negano le teorie dell'evoluzione.

Anche sulle questione ambientali, il Dup nega spesso il cambiamento climatico, si oppone ai finanziamenti per le energie rinnovabili.

Fra il Labour e i conservatori, entrambi bisognosi di un alleato per poter governare, il Dup può essere accostato solo a Theresa May e ai suoi, oltre che per questioni politiche e le libertà civili, anche per un'ostilità radicale nei confronti di Jeremy Corbyn, storicamente invece vicino al Sinn Féin.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Brexit, la guida completa

Fissate dalla Ue le linee guida delle trattative con il Regno Unito: disciplinano le garanzie per i cittadini, il problema delle frontiere e il regolamento dei conti

Commenti