Esteri

Regno Unito: Boris Johnson non si candida a leader dei Tories

L'ex-sindaco di Londra non correrà per la successione di Cameron alla guida dei Conservatori. Theresa May è ora la favorita

boris_johnson

Redazione

-

Alfiere della campagna pro-Brexit alla pari del n°1 dell'Ukip, Nigel Farage, l'ex-sindaco di Londra Boris Johnson ha annunciato che non si candiderà alla successione di David Cameron alla guida del Partito Conservatore britannico. E' stato lo stesso Johnson ad annunciare la sua decisione nel corso di una conferenza-stampa in cui ha presentato l'agenda che il nuovo leader dovrà perseguire, sottolineando appunto che non sarà però lui a ricoprire tale ruolo.

Candidati alla guida dei Tories sono invece quattro ministri dell'attuale Governo (Theresa May, Interno; Michael Gove, Giustizia;  Andrea Leadsom, Energia; Stephen Crabb, Lavoro), ai quali si aggiunge l'ex- ministro della Difesa Liam Fox.

Favorita dai sondaggi è attualmente Theresa May, che nell'annunciare la sua candidatura ha anche sottolineato che a suo giudizio non ci saranno elezioni nel Regno Unito prima del 2020, anno in cui terminerà il mandato del Parlamento in carica. 

© Riproduzione Riservata

Commenti