Ramòn, il meno conosciuto dei fratelli Castro

Il più grande dei fratelli che governano Cuba dal 1959 è scomparso all'età di 91 anni. Era il volto in ombra della famiglia

ramon

Ramòn Castro, sinistra, aveva una impressionante somiglianza con suo fratello Fidel – Credits: GETTY IMAGES

È morto a 91 anni Ramón, il più grande dei fratelli Castro, soprannominato Mongo, cresciuto sempre all'ombra di Raùl e Fidel. Le sue ceneri sono in viaggio verso la fattoria nel paese di Birán dove è cominciata l’epopea della più nota famiglia di Cuba. Durante la Rivoluzione, mentre i fratelli erano a combattere sulla Sierra Maestra, Ràmon - che fu anche arrestato dalla polizia di Batista - era a casa con la sorella maggiore e i genitori, a coltivare la terra e badare agli animali. Ha sempre preferito l'anonimato, anche dopo la vittoria, e fatti salvo alcuni incarichi politici di secondo livello ha continuato a fare la vita di sempre, lontano dai riflettori, e senza troppi vezzi rivoluzionari. Dall’età di 12 anni ha continuato a fumare puros fino all'ultimo giorno, guardando dall’alto in basso Fidel, che aveva smesso nel 1986. 

"Ramon era sempre con me, eravamo assieme in tutti i tipi di avventura, quasi come fossimo gemelli, eravamo più o meno contemporanei, sebbene lui fosse un po' più vecchio di me. Abbiamo fatto pasticci a scuola insieme, nel bene e nel male", affermò Fidel Castro nel libro di memorie 'Fidel Castro Ruz. Guerrigliero del tempo. Conversazioni con il leader storico della rivoluzione cubana' (2012), di Katiuska Blanco. Qualcuno lo chiamava Il contadino. Aveva un'impressionante somiglianza con Fidel.



Così è caduto il muro di Cuba
© Riproduzione Riservata

Commenti