Esteri

"Penso che Putin paghi Trump": le parole shock del senatore McCarthy

La frase verificata dal Washington Post sarebbe contenuta in una conversazione tra il leader della maggioranza e alcuni parlamentari repubblicani

McCarthy-senatore-trump

Chiara Degl'Innocenti

-

Non c'è giorno che passi che il presidente Trump non regali qualche nuova perla sul caso Russiagate. L'ultima riguarda la frase shock pronunciata dal leader della maggioranza repubblicana alla Camera Kevin McCarthy: "Penso che Putin paghi Trump".

Parole riportate dal Washington Post che risalirebbero al 2016 durante una conversazione che il senatore ha tenuto con alcuni parlamentari repubblicani a Capitol Hill e di cui esisterebbe una registrazione ascoltata e verificata dal quotidiano americano.


Le parole dell'audio pubblicato dal Washington Post
Il registrato riassumerebbere una vicenda che si sta chiarendo venendo fuori a colpi di scena. Protagonisti i leader della maggioranza repubblicana in Congresso, ovvero McCarthy e lo speaker della Camera Paul Ryan, che avevano avuto due incontri separati con il primo ministro ucraino Vladimir Groysman.

McCarthy nell'audio, oltre ai pagamenti ricevuti da Trump dal  Cremlino farebbe anche il nome di Dana Rorhabacher, deputata repubblicana della California che ha sempre difeso le posizioni di Putin al Congresso.

Le parole di Trump in sua difesa su Twitter
Il presidente Trump resta dunque sotto attacco. E si difende twittando che tutta questa storia è solo una grande caccia alle streghe.

Solo due giorni fa si era dovuto difendere da altre accuse, quelle di aver confidato al Ministro degli Esteri Lavrov dei segreti riguardanti l'ISIS. Anche a quelle accuse si era difeso con due tweet: "Come presidente volevo condividere con la Russia fatti riguardanti il terrorismo e la sicurezza sui voli di linea, cosa che io ho assolutamente il diritto di fare". Proseguendo: "Voglio che la Russia rafforzi in modo consistente la lotta al terrorismo e lo Stato Islamico".

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Usa: che cos'è l'impeachment

Tutto sulla procedura che Nixon evitò con le dimissioni, a cui furono sottoposti Johnson e Clinton, e che ora rischia Trump

Robert Mueller, chi è il procuratore speciale che preoccupa Trump

Voluto dai democratici e nominato dal presidente per placare le proteste sul Russiagate, ecco l'uomo che può portare all'impeachment The Donald

Russiagate: così Putin mette sotto scacco Trump

Ecco quali insidie, sotto il vessillo dell'amicizia, nasconde l’offerta di Putin di trasmettere alle Camere le trascrizioni del dialogo Trump-Lavrov

L'avvertimento degli Usa a Israele: "Non date informazioni a Trump"

Quello che pareva essere un - gravissimo - caso isolato di intelligence si sta invece rivelando un intrigo internazionale di enormi proporzioni

Trump, l'impeachment non è più solo una fantasia

Il Russiagate precipita l'amministrazione in una profonda crisi di credibilità. Per i bookmakers la data probabile è Natale

Trump chiese all'Fbi di fermare le indagini su Russiagate

Un memo dell'ex direttore Comey inguaia ancora di più il presidente. La Camera chiede i documenti al Bureau per vederci chiaro. McCain: come il Watergate

I media Usa: "Trump ha rivelato ai russi informazioni top secret sul terrorismo"

Trump: "Le informazioni segrete condivise con la Russia? Un mio diritto"

In un tweet, il presidente Usa ha confermato le indiscrezioni del Washington Post sulle rivelazioni top secret al ministro degli Esteri russo

Usa: perché il caso Comey è peggio del Watergate

Il parere di Carl Bernstein che con Bob Woodward fece dimettere il presidente Nixon. "Lui era un criminale, Trump vuole nascondere la verità"

La doppia minaccia di Trump: prima Comey poi la stampa

Il tycoon sempre più in difficoltà per il Russiagate si scaglia con l'ex capo dell'Fbi e poi ipotizza di cancellare le conferenze stampa alla Casa Bianca

Cos'è il Russiagate: parole, personaggi, intrecci

Da Abramson Seth a Witch Hunt passando per "I love it": 35 voci che spiegano le relazioni pericolose dell'amministrazione Usa con Putin e il suo staff

Trump: perché il licenziamento di Comey è un problema

L'FBI difende il suo ex capo, i democratici evocano l'impeachment, c'è scontento tra i repubblicani e il 54% degli americani lo giudica un errore

Trump e FBI: cosa c'è dietro il licenziamento di Comey

Ci attende un lungo e tumultuoso periodo per la politica americana che vive un clima da "vigilia di guerra civile"

Russiagate: una bufera su Trump e sugli Usa

Dall'inchiesta sulla campagna elettorale a oggi: giorno dopo giorno tutte le novità sugli intrecci tra i due Paesi

Perché Trump ha licenziato il capo dell'Fbi, James Comey

Ha gestito male l'emailgate di Clinton, dicono alla Casa Bianca. Ma la vera causa sta nelle indagini sulle relazioni dell'amministrazione con la Russia

Commenti