Edoardo Frittoli

-

Una parata solenne quella svolta nel centro di Pechino per i 70 anni della Repubblica Popolare Cinese il 1 ottobre 2019. Davanti al presidente Xi Jinping sono sfilati oltre 15 mila tra soldati e soldatesse, sopra le cui teste hanno volato 160 aerei militari e molti elicotteri. Ma soprattutto la parata è stata l'occasione per mostrare al mondo più di 580 pezzi d'artiglieria, tra cui nuovissimi droni ipersonici e missili balistici intercontinentali.

Tra i velivoli senza pilota i DR-8, in grado di raggiungere la zona del Pacifico occidentale e gli UCAV (o unmanned combat vehicle) della serie Sharp Sword Stealth, un drone ipertecnologico da combattimento che può montare missili oppure bombe teleguidate. Tra i nuovi velivoli militari un bombardiere pesante, l'H6-N, evoluzione di una precedente versione del bireattore cinese con predisposizione aggiornata alla guerra elettronica e l'autonomia aumentata a 5,200 km. con un carico implementato fino a 9,500 kg di bombe.

Tra i mezzi corazzati i nuovi tank leggeri Type 15, armati con un cannone da 105 mm. e caratterizzati da una struttura particolarmente leggera (circa 36 tonnellate al posto delle 50 standard per questo tipo di mezzi).

La parata militare è stata seguita da una sfilata civile con tributi alle icone nazionali e alla figura del leader fondatore del Pcc Mao Tse Tung. Il discorso di Xi Jinping, vestito per l'occasione come il "grande timoniere" di 70 anni prima, ha esaltato la forza e l'unità della nazione di fronte al mondo che poco dopo le celebrazioni ha assistito ad una nuova ondata di proteste nel cuore di Hong Kong.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La Polizia di Hong Kong armata dall'Occidente

Le forze antisomossa usano mezzi forniti dai paesi europei che condannano poi le brutalità degli agenti contro i manifestanti

Hong Kong, continuano le proteste dei manifestanti

Hong Kong, migliaia di manifestanti occupano l'aeroporto

Hong Kong, la protesta rischia il bagno di sangue

Dopo quasi tre mesi di manifestazioni per la democrazia, Pechino invia 10mila soldati. L’Occidente tace

Commenti