Esteri

Pakistan: 61 cadetti di polizia uccisi in un attacco terroristico

Tre kamikaze (poi eliminati dalle forze di sicurezza) sono penetrati sparando all'impazzata nel dormitorio dell'accademia di Quetta. 160 i feriti

pakistan_cadetti

Redazione

-

60 cadetti uccisi in Pakistan, nella città di Quetta in un'azione terroristica: questo il primo, pesante bilancio di un attacco condotto da un commando di tre kamikaze, poi a loro volta uccisi, che hanno fatto irruzione in una scuola della polizia pakistana, aprendo il fuoco contro gli allievi. I feriti, secondo quanto comunicato ufficialmente dal governo pakistano, sono invece ben 160.

 


Il tutto è iniziato poco prima della mezzanotte locale (le 21 in Italia) al "Balochistan Police College", una struttura a circa 20 km a sud di Quetta, quando i tre terroristi sono penetrati nella scuola ingaggiando subito una vera e propria battaglia con le forze di sicurezza, durata più di cinque ore. Secondo quanto riferito ai media locali da una recluta, gli aggressori sono subito entrati nel dormitorio sparando all'impazzata con i loro kalashnikov contro le vittime inermi.

Scattato l'allarme, le forze armate pakistane sono quindi intervenute in forze con decine di soldati ed elicotteri d'attacco, dopo di che all'interno del complesso sono state avvertite tre forti esplosioni, assai probabilmente per il fatto che i kamikaze sono stati colpiti o si sono fatti esplodere. Nessun gruppo ha sinora rivendicato l'azione.

Quetta si trova a 50 km dal confine con l'Afghanistan ed è considerato un santuario della vecchia guardia dei talebani afghani riuniti nella "shura" locale. 

Due le rivendicazioni dell'attacco. La prima è stata quella dell'Isis, giunta con un comunicato dell'agenzia Aamaq; la seconda è arrivata invece dal gruppo pachistano Lashkar-e-Jhangvi Al-Alami (LeJ-Alami), che ha allegato al suo comunicato la stessa fotografia diffusa in precedenza dall'Isis, precisando che uno dei militanti del commando era uzbeko, il secondo della Bajaur Agency ed il terzo della Mohmand Agency, territori tribali pachistani. 

© Riproduzione Riservata

Commenti