Esteri

The American Sniper, la storia vera

Il film di Clint Eastwood ha da subito sbancato i botteghini. Ma quali episodi sono reali e quali invece romanzati?

American Sniper

Michele Zurleni

-

UPDATE: The American Sniper racconta la storia del più famoso cecchino d'America. In questo articolo, pubblicato la prima volta il 19 gennaio del 2015, quando il film di Clint Eastwood era uscito da qualche settimana, raccontavamo quali sono gli episodi realmente accaduti e quali invece sono i più "romanzati" e ve lo riproponiamo oggi che il film sarà in prima serata, in televisione, su Canale5.

------------------------

American Sniper ha avuto molto successo negli Usa. La pellicola di Clint Eastwood è in testa alle classifiche d'incasso. La storia di Chris Kyle, il cecchino dei Navy Seal che ha ucciso 160 persone durante i suoi anni di servizio in Iraq, ha fatto molto presa sul pubblico americano, e non solo.

Nel film è raccontata la biografia di Kyle. La fonte principale per Eastwood è stato il libro che lo stesso Navy Seal aveva pubblicato nel 2013 (il cui titolo era proprio American Spiner), diventato un best seller poco prima che Kyle fosse ucciso da un altro veterano (che soffriva di Sindrome Post Traumatico da Stress).

 


Ma quali sono nel film gli episodi reali e quelli invece romanzati?  Time ne ha parlato con lo sceneggiatore della pellicola Jason Hall e ha ricostruito i fatti veri da quelli 'inventati' da Eastwood.

Vediamoli nell'articolo di Time

Chris Kyle si arruola nei Navy Seal dopo una separazione sentimentale all'età di 30 anni

Kyle prendeva parte ai rodei. Nelle sue memorie lo racconta. Si spostava da una città all'altra per le gare. Fu costretto a lasciare quella attività dopo che venne sbalzato a terra da un cavallo selvaggio e trascinato per alcuni minuti fino a perdere conoscenza. Quell'episodio gli procurò numerose ferite e fratture, una delle quali al polso, dove gli vennero inseriti dei chiodi. Questo fu il motivo che lo spinse a bussare alle porte della marina per arruolarsi e non una delusione amorosa. Nel suo libro scrisse che fece il primo addestramento nel 1999. Era nato nel 1974. Significa che era entrato nei Navy Seal a 25 anni e non a 30 come detto nel film

Chris Kyle sparò contro un bambino iracheno che stava per lanciare una granata contro i soldati americani

Il film inizia con la scena in cui Kyle deve decidere se sparare a un bambino o lasciarlo vivo. Una donna esce da una casa durante un rastrellamento americano in una città irachena e porge una granata a un ragazzino invitandolo a lanciarla contro un gruppo di soldati americani. Kyle è costretto a ucciderlo, come farà anche con la donna. Questo è quello che si vede nel film. la realtà, però, fu diversa. In quella occasione Kyle uccise solo la donna e non il bambino. Non gli sparò. Come disse poi a Time nel 2013, non avrebbe voluto farlo anche con lei, ma lo fece perché doveva proteggere i marines che eran in strada. 

Chris Kyle e sua moglie Taya si sposano dopo il primo turno di servizio in Iraq del Navy Seal

Chris e Taya si incontrano poco dopo che lui si è arruolato e, in effetti, la prima sera che si vedono lei rimette tutto quello che aveva bevuto. Dopo un'intensa relazione, i due si sposano. Questo avviene prima del primo turno di Chris in Iraq. Taya partorirà due figli, un bimbo e una bimba, durante le missioni di Kyle

Chris Kyle uccide un cecchino iracheno di nome Mustafa

Secondo lo sceneggiatore Jason Hall un cecchino iracheno di nome Mustafa esisteva veramente. Come Kyle, anche lui si conquistò la fama di infallibile sul terreno. Ogni colpo centrato sopra gli 800 metri era attribuito a lui. Kyle non lo menziona nel suo libro di memorie. Quando Hall chiese a Kyle di questa omissione, lui rispose che il cecchino aveva ucciso un suo amico e che quindi non intendeva mettere il suo nome nel libro. Nel film, Chris insegue Mustafa per ucciderlo e riesce a farlo con un colpo eccezionale nella sua quarta e ultima missione in terra irachena. In realtà, Kyle ha sempre affermato di aver ucciso Mustafa, ma di non esserne mai stato sicuro. Rivelò anche di aver sentito voci secondo le quali Mustafa era ancora vivo.

Chris e Taya si separano durante una chiamata telefonica mentre lui si trova coinvolto in un conflitto a fuoco

Nel film, Taya chiama Chris per dirle che sta per avere un figlio. Kyle si trova però coinvolto in un conflitto a fuoco e non può procedere con la conversazione. A dispetto di quello che viene raccontato nel film, la realtà è che dopo l'interruzione di quella telefonata, Taya non riesce più richiamare Kyle e riesce a sentirlo solo cinque giorni dopo. E per tutte quelle ore pensò che Kyle fosse morto.

 


C'era una taglia su Kyle

Era così. 20.000 dollari offerti a colui che avrebbe ucciso Chris Kyle. I nemici lo avrebbero potuto riconoscere per il tatuaggio che aveva sul braccio. In realtà, raccontò Kyle c'era una taglia di 20.000 dollari su tutti i cecchini americani e non solo su di lui.

Kyle e i Navy Seals inseguivano un capo dei ribelli chiamato  'Il Macellaio'

Non è vero. Non è mai esistito e Kyle non ne ha mai parlato nelle sue memorie. E'stato inserito nella sceneggiatura a beneficio della trama del film.

Chris Kyle è stato ucciso da un marine che cercava di aiutare in Texas

Dopo la sua ultima missione in Iraq, Kyle lasciò la marina e fondò una piccola società che impiantava attrezzi per l'esercizio fisico nelle case dei veterani. Qualche volta passava anche il tempo con piccoli gruppi di veterani. Li portava a sparare, o li faceva parlare delle loro esperienze di guerra o del loro ritorno a casa. La madre di un marine Eddie Ray Routh venne a conoscenza di queste attività di Kyle e gli chiese di aiutare il figlio, affetto da Sindrome Post Traumatica da Stress, la famosa malattia del veterano. Kyle lo portò a sparare in un poligono di tiro e Routh fece fuoco su Kyle, uccidendolo. Il suo processo inizierà il prossimo mese.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

American Sniper, il nuovo film di Clint Eastwood: teaser trailer

Bradley Cooper è Chris Kyle, uno dei migliori cecchini degli U.S. Navy Seals

American Sniper, film di guerra e contro la guerra firmato Clint Eastwood

Dal 1° gennaio al cinema. Bradley Cooper è Chris Kyle, il tiratore scelto più letale di tutta la storia militare degli Stati Uniti

The American Sniper: la storia di Chris Kyle, il più famoso cecchino d'America

Il film di Clint Eastwood su uno dei più conosciuti soldati degli Usa. L'Iraq, il ritorno a casa, l'autobiografia, la morte

Commenti