Esteri

Obama firma la legge sulla privacy degli alleati

L'obiettivo è rafforzare la fiducia degli europei dopo le rivelazioni di Snowden

US President Barack Obama, signs the Medal of Honor award citation for Sergeant Kyle J. White in the Oval Office prior to a Medal of Honor ceremony in the East Room of the White House May 13, 2014 in Washington, DC. Sgt. White received the Medal of Honor

Il presidente Usa Barack Obama ha firmato una legge che estende la protezione della privacy "non solo dei cittadini americani ma anche di quelli stranieri" dei Paesi alleati, che potranno fare causa al governo degli Stati Uniti se i loro dati saranno svelati in modo illegale. Lo rende noto la Casa Bianca.

La legge, che aveva avuto un largo sostegno bipartisan al Congresso, è volta a ricostruire la fiducia tra gli alleati europei dopo le rivelazioni di Edward Snowden, l'ex talpa della Nsa. (ANSA)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Snowden e il Datagate: la mappa interattiva

Ripercorriamo le rivelazioni del giovane statunitense sulle pratiche di spionaggio della NSA a più di un anno dalla loro scoperta

Il Predestinato: Snowden e il Datagate diventano un romanzo

Intercettazioni, battaglie ideologiche e una storia d’amore. Quando l’immaginazione incontra (purtroppo) la realtà

Freedom Act: la piccola vittoria di Edward Snowden al Congresso Usa

Il nuovo sostema di norme prevede più limiti alla sorveglianza degli americani. Un traguardo voluto e sperato dal Presidente Barack Obama

Commenti