New Jersey: la polizia uccide un nero con le mani alzate

Il video, registrato dalla telecamera installata sull’auto della polizia, risale al 30 dicembre 2014

Usa: nero alza le mani, agente (nero) gli spara e lo uccide

Un fermo immagine tratto da un video postato su Youtube mostra come l'agente Braheme Days abbia sparato, ferendolo a morte, a Jerame Reid, un afroamericano di 36 anni, sceso dall'auto con le mani alzate. ANSA- YOUTUBE- Jacinta Pok

Negli Stati Uniti è stato pubblicato un video che mostra l’uccisione di un nero da parte della polizia a Bridgeton, nel New Jersey. La vittima, Jerame Reid, era stata fermata insieme a un’altra persona e stava cercando di uscire dalla sua macchina con le mani alzate. I due poliziotti sono Braheme Days, afroamericano, e Roger Worley, bianco. I fatti risalgono al 30 dicembre 2014, ma il video è stato pubblicato solo oggi. Il filmato è stato registrato dalla telecamera installata sull’auto della polizia. Braheme Days, il poliziotto sulla destra, ordina più volte a Jerame Reid di non muoversi e gli sequestra quella che sembra essere una pistola. A quel punto Jerame Reid scende dall’auto con le mani alzate e gli agenti aprono il fuoco. Un avvocato di Philadelphia, Conrad Benedetto, ha detto che è stato assunto dalla moglie di Reid per indagare sulla vicenda. Il legale ha dichiarato che il filmato “solleva delle questioni sulla legalità della condotta degli agenti quella notte”, perché Reid è stato ucciso mentre aveva le mani alzate. (Ap)

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Perché è esplosa la rabbia degli afroamericani

L'uccisione del diciottenne Michael Brown ad opera di un poliziotto armato e la questione razziale in America

Le rivolte più famose degli afroamericani

I fatti di Ferguson sono gli ultimi di una lunga serie di sollevazioni che hanno visto come protagonisti i discendenti degli schiavi

Commenti