Esteri

Natale a rischio per chi viaggia e per chi resta, in Italia e all'estero

Le raccomandazioni - in continuo aggiornamento - del ministero degli Interni e della Farnesina sulle mete e sui luoghi a rischio terrorismo

Schermata 2016-12-20 alle 11.09.31

Luciano Lombardi

-

Già prima dell'attentato di ieri sera a Berlino, il Comitato per l’ordine e la sicurezza del ministero dell’Interno aveva emanato una serie di misure di sicurezza relative a tutti i luoghi in cui, in vista del Natale, si concentrano i cittadini, principalmente i centri commerciali, ma anche tutti quelli che rappresentano un richiamo per i turisti nelle città d'arte.

I principi sono stati ribaditi subito dopo la conferma della tragedia, attraverso una comunicazione urgente che includeva nel gruppo anche i mercatini e le sedi delle celebrazioni religiose.

Sulla mappa del sito Viaggiare Sicuri della Farnesina che offre un quadro aggiornato della situazione dal punto di vista dei rischi che si possono correre nei vari Paesi del mondo, è ovviamente comparsa l'indicazione di "zona ad alto rischio terrorismo" accanto alla Germania, con la raccomandazione di evitare la zona e seguire gli sviluppi della situazione sui media e attraverso le indicazioni delle autorità locali.

Warning anche in relazione alla Francia che, si legge ancora sul sito, "condivide con il resto dell'Europa la crescente esposizione al rischio terrorismo internazionale soprattutto dopo l'intervento diretto nel contrasto al terrorismo in diversi teatri di crisi, tra cui in Mali e, da ultimo, anche in Siria e Iraq".

La situazione appare preoccupante anche nelle altre principali capitali europee, con le festività imminenti che aumentano in misura notevole il rischio che i fondamentalisti possano colpire anche in più offensive a distanza di tempo ravvicinata.

Tutto ciò riguarda anche il nostro Paese, che rimane in cima alla lista di quelli più a rischio e non si esclude che, nella riunione odierna, il Comitato citato all'inizio dirami altri messaggi di allerta indirizzati a specifiche mete all'estero.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Berlino, chi sono le vittime della strage

Manca ancora il riconoscimento ufficiale di due delle 12 vittime. Oltre all'italiana Fabrizia di Lorenzo, ci sono 6 cittadini tedeschi, una ceca e un'israeliana

L'attentatore di Berlino ucciso alle porte di Milano

Anis Amri è stato fermato a Sesto San Giovanni. Dopo aver aperto il fuoco, è stato ucciso da un agente con pochi mesi di servizio. Lo scoop di Panorama.it

Terrorismo: arresti in Francia, preparavano attentati

"Mai una minaccia così elevata" ha detto il ministro dell'Interno parlando dei 7 fermati nell'ultima operazione a Parigi

Francia: risale l'allarme terrorismo in vista delle festività di Natale

Il procuratore di Parigi rende noto che 5 arrestati preparavano attentati nella capitale e a Disneyland. E mette in guardia sul futuro

Commenti