Redazione

-

Scambio avvenuto. L'ex pilota militare ucraina Nadia Savchenko ha lasciato la Russia sull'aereo presidenziale diretto a Kiev.

Secondo l'agenzia ucraina Unian, la donna è stata consegnata a Rostov sul Don in territorio russo, a Vladislav Tsegolko, l'addetto stampa del presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko e il vice speaker della Verkhovna Rada, il Parlamento di Kiev, Irina Gerashenko.

Savchenko, arrestata il 23 giugno 2014, aveva subito una condanna a 22 anni di carcere per una presunta complicità nell'uccisione di due giornalisti della tv pubblica russa nel Donbass, la regione nell'est del paese dove si è combattuta la guerra fra i ribelli filo-russi e l'esercito ucraino fino agli accordi di Minsk del 5 settembre 2014 che hanno sancito una tregua sotto il controllo della Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Osce). Nella zona è però ancora in corso un conflitto a bassa intensità.

Lo scambio
Anche se i legali della Savhcenko hanno detto di non aver ricevuto notifica dalle autorità competenti sul possibile scambio di detenuti tra Mosca e Kiev, è assai probabile che per ottenere il rilascio della pilota, Kiev abbia consegnato alla Russia Aleksandr Aleksandrov ed Evgheni Erofeyev, accusati di essere agenti dei servizi militari di Mosca e condannati in Ucraina a 14 anni di carcere per aver combattuto a fianco dei separatisti nell'Est.

I due avevano chiesto la grazia a Poroshenko. Secondo l'emittente vicina al Cremlino, Russia Today, i due cittadini russi hanno lasciato l'Ucraina diretti appunto a Rostov.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ucraina: foto (cronaca) dalla guerra

Immagini e cronache del "conflitto a bassa intensità" tra l'esercito nazionale e i separatisi filorussi che dal 2014 insanguina il Paese dell'Est Europa

Eurovision 2016: vince l'ucraina Jamala

Seconda l'Australia, poi la Russia. La nostra Francesca Michielin si è classificata sedicesima

Commenti